La comunità di San Patrignano celebra il Natale ritrovato di 323 ragazzi

Atmosfera magica la notte della vigilia e il giorno seguente all’interno della comunità di recupero riminese. E per i bimbi gli splendidi regali Disney Italia

Un Natale caldo e sereno per 323 ragazzi. Sono i nuovi arrivati in Comunità nel 2014, entrati a far parte della grande famiglia di San Patrignano che oggi conta 1300 persone, che hanno festeggiato qui il loro primo Natale. Una festa che hanno vissuto tutti con stati d’animo diversi, chi con rabbia pensando a quelli passati, chi con qualche rammarico, chi in maniera ancora spaesata perché entrato da pochi giorni. Per tutti però finalmente il calore e l’affetto di persone che hanno saputo regalargli un 25 dicembre di gioia. Ben 41 quelli entrati solo nel mese di dicembre, di cui 7 nella giornata della vigilia di Natale, quando la Comunità come da tradizione apre le porte a tutti coloro che ne hanno bisogno.

Un Natale che come sempre è stato molto partecipato, con la sala da pranzo gremitissima sia la sera del 24, che il pranzo del 25. Fra i presenti anche alcuni dei 229 ragazzi che nel 2014 si sono reinseriti, tornando a casa e riprendendo ad affrontare la società esterna. «E’ meraviglioso vedere come ad ogni Natale nella nostra sala da pranzo si tocchi concretamente l’idea di speranza – racconta Antonio Tinelli, coordinatore del comitato sociale alla guida della Comunità - Veder ragazzi che sono appena entrati, che hanno alle spalle solo degrado e grandi disagi personali, insieme a ragazzi che sono rinati, con i loro visi sorridenti e gioiosi, è un qualcosa di magico. Sembra irreale, e invece ogni anno possiamo rivivere questa magia. Come è fantastico che dei 323 nuovi ragazzi entrati in questo anno, il 92% sia integrato in comunità convinto di portare avanti il proprio percorso».

Per tutti i ragazzi della comunità, il 24 dicembre si è svolta la classica cena della vigilia a base di minestra di ceci, baccalà alla vicentina, insalata mista e ananas con panna. A seguire la Santa Messa celebrata da don Fiorenzo Baldacci in un auditorium strapieno, con tanti ex ospiti della comunità arrivati a San Patrignano per condividere l’evento. Successivamente il brindisi natalizio in sala da pranzo: quasi mezzo chilometro di tavoli per oltre 1500 persone che hanno festeggiato con spumante e panettone, per poi prendere parte all’emozionante consegna dei doni per ciascuno dei ragazzi presenti. 
Il giorno seguente per tutti i ragazzi il pranzo natalizio secondo la tradizione romagnola: cappelletti in brodo - rigorosamente fatti a mano grazie all’aiuto delle mamme dell’associazione Anglad di Cesena - bollito di manzo e gallina con salsa verde e mostarda, bietole, patate e rape rosse, arance e torrone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un Natale speciale anche per tutti i bambini della Comunità, 120, figli di ragazze e ragazzi in percorso o di volontari che hanno scelto di dedicarsi completamente alla Comunità. Per ognuno di loro i Disney VoluntEARs ossia il volontariato aziendale di Disney Italia - a cui vanno i ringraziamenti della Comunità - ha preparato una speciale confezione regalo. Giochi in scatola, peluches, diari, videogiochi, dvd, videogames sono solo alcune delle sorprese che i bimbi hanno trovato nei loro pacchi dono per un Natale unico nel suo genere. Un clima festoso che non abbandonerà la comunità per le intere due settimane natalizie, finché i bimbi la sera del 5 gennaio andranno in salone con i loro genitori ad appendere la calza al camino, per poi ritrovarsi la mattina seguente a scoprire se la Befana avrà riempito le loro calze di carbone o dolciumi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Studentessa si accascia sull'autobus, ricoverata in condizioni critiche

  • Riccione piange don Giorgio, il sacerdote si è spento per il Coronavirus

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento