La Guardia di Finanza smaschera la truffa degli assegni sociali

Altri tre stranieri scoperti dalle Fiamme Gialle a incassare i soldi erogati dallo Stato nonostante avessero perso ogni diritto. Avevano incassato indebitamente oltre 70mila euro

Due ecuadoregni, un uomo 77enne e una donna 71enne, e una cinese 72enne sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza a incassare indebitamente gli assegni sociali riuscendo, nel corso degli anni, a intascare oltre 70mila euro. In particolare, i due ecuadoregni erano riusciti a mettere da parte 20mila euro a testa mentre, la cinese, era arrivata a quota 30mila prima che ci si accorgesse che tutti e tre avevano perso il diritto all’assegno da circa 450 euro al mese.

Per legge, infatti, anche gli stranieri possono usufruire dell’assegno purché risiedano sul territorio nazionale ma i tre scoperti dalle Fiamme Gialle, in realtà, erano ritornati nei loro paesi d’origine da anni senza però comunicare il loro trasferimento. Gli accrediti mensili, quindi, continuavano ad arrivare nei conti correnti e ad essere prelevati dagli idagati.

Per tutti e tre è scattata una denuncia per indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato e, adesso, rischiano una pena che va dai 3 mesi ai 6 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

Torna su
RiminiToday è in caricamento