La prima volta di un riminese nel Consorzio Vini di Romagna

Sandro Santini è entrato come consigliere nella squadra della Presidente Ruenza Santandrea

Per la prima volta il territorio di Rimini entra nel Consorzio Vini di Romagna, ci entra in modo autorevole con il Presidente della Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini Sandro Santini. Il Consorzio è nato nel 1962 per indirizzare, regolamentare e qualificare la produzione del vino in Romagna. Riunisce produttori di uva, cantine e aziende vinicole e opera per tutelare la qualità dei vini, per garantire la gestione dell'offerta e per promuovere il prodotto e il territorio, ha sede a Faenza. Il CDA del Consorzio ha la sua massima espressione nel Presidente Ruenza Santandrea, nei Vice Presidenti Scipione Giuliano del Podere del Nespoli e Mauro Sirri della cantina Celli di Bertinoro, i Consiglieri sono 14. “E’ una grande soddisfazione per me oltre che un impegno che assumo per il territorio riminese - dichiara il neo consigliere Sandro Santini. - Rimini deve vivere il Consorzio Vini di Romagna e partecipare in maniera maggiore rispetto al passato alla sua vita ed alle sue iniziative. Sarà mia cura coordinare gli sforzi dei produttori riminesi con il Consorzio perché Rimini è a tutti gli effetti parte della Romagna senza se e senza ma, soprattutto ha le carte in regola per spiccare un balzo qualitativo verso l’alto che farà bene a tutto il movimento romagnolo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il percorso intrapreso con il nuovo disciplinare della Rimini DOC è ad un punto cruciale, percorso utile per dare i giusti riferimenti al mondo vinicolo riminese da qui la necessità di essere più presenti e più coordinati all’interno dei consessi vinicoli sovra territoriali. Questa nomina è figlia di una azione rinnovata ed una consapevolezza matura presente nell’ambiente vinicolo riminese  che mira ad essere meno autoreferente e più dialettico con un mondo del vino in grande evoluzione ed espansione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

  • Addio a Luigi Battelli, il noto albergatore ucciso dal coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento