Lotta al gioco d'azzardo: aumentano i riminesi che chiedono aiuto contro la dipendenza

L’Italia è prima al mondo per denaro speso (spesa/abitanti), seconda (dopo Usa) per denaro investito, nona al mondo per perdite

Si è svolto giovedì il Convegno sul Gioco d’Azzardo Patologico, organizzato dalla Fondazione San Giuseppe con il patrocinio del Comune e della Diocesi di Rimini. Paola Benzi, Presidente della Fondazione, dopo aver accolto e salutato i partecipanti , ha sottolineato il profondo radicamento della Fondazione nel territorio di Rimini, attiva dal 1910, e la costante attenzione alle dinamiche sociali, ai cambiamenti e in particolare al disagio e alla marginalità. La presidente ha espresso la volontà della Fondazione di contribuire a fronteggiare un fenomeno in forte crescita (GAP) che impatta, inevitabilmente, sulla vita dei ragazzi di cui ci occupiamo da sempre.

È intervenuto Pier Giovanni Mazzoli, responsabile dell'Unità Operativa Dipendenze Patologiche Fano DDP AV 1 - ASUR Marche, che ha ha sottolineato come "il gioco d’azzardo sia una malattia che può implicare compromissioni clinicamente significative. Per fortuna, però, è anche un disturbo dal quale si può guarire chiedendo aiuto. Si tratta di una vera e propria dipendenza che spesso porta a gravi conseguenze, prima fra tutte la perdita della dignità della persona oltre alla compromissione dei rapporti familiari, lavorativi e sociali. Una patologia che colpisce sempre più persone".

L’Italia è prima al mondo per denaro speso (spesa/abitanti), seconda (dopo Usa) per denaro investito, nona al mondo per perdite. I numeri a Rimini denotano il progressivo aumento delle persone prese in carico, o che comunque si sono rivolte occasionalmente alla struttura delle dipendenze patologiche dell’Ausl di Rimini per dipendenze legate espressivamente al gioco d’azzardo: erano 12 nel 2004, sfiorano quota 90 negli ultimi anni. Per rispondere a questo bisogno crescente, la Fondazione mette a disposizione le competenze e l’esperienza costruita in tanti anni di lavoro con le persone, offrendo l’utilizzo di una stanza per il gruppo di auto mutuo aiuto e la possibilità di mantenere alta l’attenzione sul tema, attraverso il Convegno e altri eventi formativi futuri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Luca Finocchiaro, pedagogista ed educatore di Casa Borgatti, ha descritto l’iniziativa dei gruppi di auto mutuo aiuto: "I principali obiettivi di un gruppo di auto mutuo aiuto sul gioco d’azzardo patologico sono rompere l’isolamento sociale; trovare subito un sostegno emotivo; creare un ambiente in cui è possibile sentirsi compresi senza essere giudicati, dove è possibile mostrarsi così come si è, senza dover mentire;  uscire dal senso di vergogna e di fallimento; entrare da subito in contatto con le esperienze degli altri per comprendere nuovi punti di vista sullo stesso problema e scoprire nuove strategie per affrontarlo; e favorire l’assunzione di responsabilità personale per diventare protagonisti del proprio cambiamento". "Il gruppo - ha aggiunto - si riunirà una volta alla settimana, la partecipazione è gratuita e in qualsiasi momento è possibile l’ingresso di nuovi partecipanti". In questo progetto sono coinvolti attivamente anche  Anna Maria Albani (psicoterapeuta); Samuele Bedetti (psicoterapeuta); e Stefania Ratini (comunicazione e logistica).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento