Lungomare 3: i progetti presentati non superano l'esame

La Commissione di gara ha concluso i lavori di valutazione delle proposte presentate relative all’affidamento del project-financing per la riqualificazione del Lungomare della Costituzione

La Commissione di gara ha concluso i lavori di valutazione delle proposte presentate relative all’affidamento del project-financing per la riqualificazione del Lungomare della Costituzione (Lungomare 3) da viale Zandonai a piazzale Azzarita con contestuale realizzazione di parcheggi. I due progetti presentati non superano il vaglio della Commissione giudicatrice. L’Amministrazione procederà ora a trattativa negoziata con le imprese candidate.

Entrambe le ditte partecipanti, spiega una nota del Comune, non hanno superato la valutazione discrezionale tecnica in rapporto l’una, alla qualità progettuale proposta, e l’altra alle condizioni contrattuali presentate, giudicate non particolarmente vantaggiose per l’Amministrazione Comunale.

La Giunta comunale, prendendo atto delle risultanze di gara, ha espresso l’indirizzo di procedere, a norma di legge, a trattativa negoziata con almeno tre concorrenti, di cui due saranno le medesime imprese candidate a realizzare l’opera, con l’auspicio che le stesse superino le ragioni della loro esclusione. “Naturalmente – spiega la nota - rimarranno valide le stesse condizioni poste nel precedente bando, eventualmente rafforzate a garanzia del Comune e della comunità riccionese”.

“Ciò anche in rapporto all’elevato interesse mostrato dai numerosi operatori dell’area oggetto di intervento, che auspicano l’avvio della riqualificazione e la volontà di acquistare i parcheggi da realizzare – prosegue la nota -. Pur essendo particolarmente interessata alla realizzazione dell’opera, l’Amministrazione comunale non intende rinunciare a garantire un elevato standard di qualità dell’intervento programmato e a completare la riqualificazione urbana dell’intero lungomare riccionese”.

“Per altro, tale ulteriore passaggio amministrativo non comporterà altri ritardi nella realizzazione dell’opera, in quanto l’avvio del cantiere rimane programmato all’autunno 2012, salva la possibilità di avviare taluni lavori propedeutici, quali lo spostamento di sottoservizi, già dalla primavera del prossimo anno”, conclude la nota dell’amministrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento