Cronaca

Piano Città, Rimini Waterfront: il ministero ci mette 7,5 milioni

Rese note le 28 proposte selezionate sulle 457 pervenute per interventi edilizio-urbanistici, qualificanti e innovativi, che potranno usufruire di un cofinanziamento nazionale globalmente di 318 milioni di euro.

Rimini tra le 28 amministrazioni comunali che saranno cofinanziate col fondo Piano Città. La Cabina di Regia, costituita dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e composta dalla Conferenza delle Regioni, dall'Anci, dall'Agenzia del Demanio e dalla Cassa Depositi e Prestiti, ha infatti reso noto le 28 proposte selezionate sulle 457 pervenute per interventi edilizio-urbanistici, qualificanti e innovativi, che potranno usufruire di un cofinanziamento nazionale globalmente di 318 milioni di euro.

E la proposta d’intervento approvata dalla Giunta comunale nell’ottobre scorso, denominata “Rimini Waterfront”, riqualificazione del comparto industriale turistico degradato: recupero e valorizzazione di Bellariva” ha così superato l’esame, per le sue caratteristiche innovative, della Cabina di regia che ha privilegiato le proposte capaci di generare un maggior volume di investimenti per interventi velocemente cantierabili.

“E’ stata premiato - ha dichiarato il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi appresa la notizia - l’approccio integrato e il lavoro di questi mesi che, valorizzando la pianificazione strategica e partendo dalle linee di mandato, ha con il Masterplan reso evidente e palpabile l’idea di città che vogliamo realizzare.

Scegliere un approccio sistemico dove ogni singolo intervento viene valutato e proposto in relazione ad una idea complessiva della Città ha portato oggi ad un riconoscimento importante per Rimini. Abbiamo caparbiamente creduto a questo modo di lavorare: l’ammissione della nostra proposta ai finanziamenti del Piano Città è un ulteriore prova che è quello giusto.”

“Aspettiamo ora di essere chiamati a Roma – ha proseguito il Sindaco Gnassi - per gli atti conseguenti. Smaltita la soddisfazione sappiamo che il vero lavoro comincia ora per la realizzazione della parte degli interventi inseriti nel contratto di valorizzazione. Anche nella fase realizzativa dovremo tenere la stessa tensione e lo stesso metodo che ha reso possibile il risultato.”

In estrema sintesi, il progetto presentato dal Comune di Rimini ha tra gli elementi prioritari, legati e integrati fra loro, il piano di salvaguardia della balneazione, la riqualificazione del lungomare Murri, le infrastrutture stradali relative al sottopasso di via Portofino, la realizzazione di una scuola elementare e la vasca di laminazione Colonnella 1.

I prossimi passi prevederanno l’incontro tra il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e il Comune di Rimini. Nell’ambito di un accordo quadro verranno sottoscritti contratti di valorizzazione urbana al fine di poter destinare le risorse stanziate alla realizzazione degli interventi previsti. Il contributo definito dalla cabina di regia per il progetto “waterfront” è di 7,5 milioni di euro su un costo dell’intervento di 225,3 milioni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano Città, Rimini Waterfront: il ministero ci mette 7,5 milioni

RiminiToday è in caricamento