rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca

Dalla raccolta fondi per il popolo ucraino 2,1 milioni. Finanziato progetto della comunità Papa Giovanni

Tra i primi interventi che la legge rende possibili c'è anche un fondo per l'associazione comunità Papa Giovanni XXIII di Rimini per assistenza umanitaria ed evacuazione di sfollati interni e profughi ucraini

Sostegno ai progetti umanitari attivati in Ucraina dalle Ong che hanno partecipato al bando regionale, assistenza e sostegno ai profughi ucraini accolti in Emilia-Romagna, la possibilità di ricostruire spazi pubblici o di forte valenza sociale come scuole o biblioteche, sempre in Ucraina, non appena le condizioni lo renderanno possibile. Sono i cardini del progetto di legge regionale della Giunta “Misure urgenti di solidarietà in favore della popolazione ucraina” che è stato approvato in via definitiva dall’Assemblea legislativa.

Norma che formalizza l’impegno della Regione Emilia-Romagna definendo i possibili utilizzi delle risorse, attuali e future, rese disponibili grazie alla raccolta fondi regionale per l’assistenza alle persone che scappano dalla guerra: a oggi, arrivati quasi 2,1 milioni di euro da oltre 3.200 donatori e sul portale della Regione è online una sezione con tutti i dati sulla raccolta stessa (https://www.regione.emilia-romagna.it/raccolta-fondi-ucraina).

Intanto, 50mila euro di risorse della Regione sono già stati destinati al progetto di aiuto umanitario “HelpUkraine – un aiuto agli Ucraini in fuga dalla guerra” e altri 200mila, dalla raccolta fondi, serviranno a sostenere ulteriori 7 interventi, vincitori anch’essi del bando regionale.

“L’approvazione del nostro progetto di legge - sottolineano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e la vicepresidente con delega alla Cooperazione internazionale, Elly Schlein - segna un punto fermo e importante nell’impegno della Regione a favore della popolazione ucraina. In continuità con le nostre politiche di cooperazione internazionale, possiamo sostenere i profughi con interventi tempestivi grazie alla solidarietà di quanti fino ad ora hanno donato attraverso la raccolta fondi regionale e di quanti lo faranno, fondi che hanno superato i due milioni di euro. Ancora una volta, l’Emilia-Romagna mostra di saper essere accanto a chi sta soffrendo e di farlo in maniera concreta. Si pensi anche all’accoglienza diffusa, grazie anche a tantissimi cittadini e famiglie, che ha portato in regione il maggior numero di ucraini nel Paese”.

Tra i primi interventi che la legge rende possibili c'è anche un fondo per l'associazione comunità Papa Giovanni XXIII di Rimini per assistenza umanitaria ed evacuazione di sfollati interni e profughi ucraini. Co-proponente: Condivisione fra i popoli – Rimini; partner in loco: Caritas Lviv Ugcc.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla raccolta fondi per il popolo ucraino 2,1 milioni. Finanziato progetto della comunità Papa Giovanni

RiminiToday è in caricamento