menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riccione 'riciclone', la raccolta differenziata sfiora il 55%

E’ aumentata del 13% in due anni, passando dal 42% del 2009 al 54,9% del 2011, la raccolta differenziata nel Comune di Riccione, e in parallelo sono diminuiti i rifiuti indifferenziati raccolti

E’ aumentata del 13% in due anni, passando dal 42% del 2009 al 54,9% del 2011, la raccolta differenziata nel Comune di Riccione, e in parallelo sono diminuiti i rifiuti indifferenziati raccolti. E’ questo che emerge dai dati di Hera che, dal novembre 2009, ha esteso al territorio di Riccione, in collaborazione con l’amministrazione comunale, il sistema elettronico di raccolta con calotta del rifiuto indifferenziato. Si tratta di importanti risultati raggiunti grazie ad una continua collaborazione tra Hera, Comune e cittadini.

Giovedì 16 febbraio 2012 alle ore 12 presso il Municipio di Riccione, Sala della Giunta, sono stati presentati i dati relativi al sistema elettronico di raccolta con calotta del rifiuto urbano indifferenziato sul territorio di Riccione. Erano presenti: il Sindaco Massimo Pironi; Edolo Minarelli, Direttore Struttura operativa territoriale Hera Rimini, Fausto Pecci, Responsabile Ambiente SOT Hera Rimini.

A conclusione del progetto, nel mese di gennaio 2012 sono state installate le ultime calotte in area turistica (sotto la ferrovia) nella zona Fontanelle, completando così la copertura dell’intero territorio comunale.

Complessivamente sono state posizionate 340 calotte e consegnate quasi 14.000 chiavi. Di queste, quasi 12.850 vengono regolarmente utilizzate dai cittadini riccionesi, mentre circa 1150 risultano ancora inutilizzate.

E’ stata curata con estrema attenzione la fase della promozione del progetto nonché la formazione ed informazione dei cittadini. Tra le principali azioni, Hera, in stretta collaborazione con il Comune di Riccione, ha organizzato 15 assemblee pubbliche sul territorio. Inoltre, in questi due anni, attraverso la fase di contatto “one-to-one”, operatori specializzati hanno raggiunto ciascun nucleo famigliare consegnando personalmente la chiave elettronica, un kit di ecoborse per separare correttamente in casa i rifiuti, una prima fornitura di sacchetti dell'indifferenziato per abituare i cittadini alla volumetria della calotta, ed una apposita Guida per supportare gli utenti nella nuova modalità di conferimento.

L’aumento della raccolta differenziata registrata con l’avvio del sistema calotta va di pari passo con l’incremento delle chiamate al numero verde per richiedere i servizi di raccolta domiciliare di Hera.

Infatti dal 2009 al 2011 sono cresciute del 40% le chiamate al servizio clienti di Hera per richiedere il ritiro a domicilio di particolari tipologie di rifiuti, come ingombranti e potature. Le richieste sono passate da 2.497 a 3.520, contribuendo in questo modo a diminuire i fenomeni di abbandono sul territorio e ad accrescere i materiali destinati al recupero.

Il sistema di raccolta elettronico con calotta è un progetto innovativo finalizzato ad un maggior controllo delle quantità di rifiuto indifferenziato per incrementare la raccolta differenziata in tutta la provincia di Rimini. L’obiettivo di Riccione è ora quello di raggiungere il 60% entro quest’anno.
“La scelta del progetto di conferimento con calotta del rifiuto indifferenziato – commenta il Direttore della Struttura Operativa Hera di Rimini Edolo Minarelli - è frutto di un apposito studio condotto tra diverse esperienze presenti sul territorio della Provincia di Rimini: a parità di raccolta differenziata raggiunta, questo sistema non incide in maniera sostanziale sulle abitudini della cittadinanza, se non per l'uso della chiave personalizzata. Dunque un sistema efficiente ed efficace, con un minimo impatto sul territorio. E i dati lo confermano”.


“Non siamo sempre stati teneri con i dirigenti di Hera – ha esordito il Sindaco Massimo Pironi – soprattutto in passato, quando c’era da segnalare situazioni di criticità del servizio di raccolta. Siamo in prima linea nel rapporto con i cittadini, e quando serve il nostro compito è quello di essere schietti. Questi dati, oggi, dimostrano che il sistema ha compiuto straordinari passi in avanti. Ci dimostrano che il cittadino è sempre più virtuoso, al di là dei controlli e delle sanzioni, che continueranno ad esserci, ma che riguardano oramai solo una piccolissima parte di comportamenti scorretti. Siamo partiti nel 2007 con una percentuale di raccolta differenziata del 40 per cento. Ora l’obiettivo per il 2012 è proiettato sul 60 per cento, in linea con gli obiettivi del piano provinciale. Un risultato che è alla nostra portata. Riccione si conferma un comune ‘riciclone’”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento