menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ai fedeli riuniti per la pace in Siria il vescovo dà l'annuncio su don Benzi

In chiusura il processo diocesano di beatificazione per il religioso, il prossimo passaggio sarà andare a Roma alla Congregazione dei santi

Sono stati tantissimi i fedeli, riuniti lunedì sul sagrato illuminato del Duomo, nel giorno di San Gaudenzo, in preghiera per la pace in Siria. Una luce a testimonianza della fede e della pace. Al termine della messa, inoltre, il vescovo Francesco Lambiasi ha annunciato la conclusione del processo diocesano di beatificazione per don Oreste Benzi. Il prossimo passaggio, adesso, sarà quello di andare a Roma per presentare la richiesta di beatificazione alla Congregazione per le cause dei santi. La causa per don Oreste era stata avviata l’8 aprile 2014 e da quel momento è stato possibile chiamarlo 'Servo di Dio'. La causa di beatificazione era stata aperta il 27 Settembre 2014 e in cinque anni, si è arrivati alla conclusione della fase diocesana, un fatto raro.

La beatificazione di Sandra Sabattini

"Il 23 novembre – ha affermato il monsignore - in  Duomo si chiuderà la fase diocesana del processo per la beatificazione del servo di Dio don Oreste Benzi". Una notizia  che arriva pochi giorni dopo la conferma che Sandra Sabattini, cresciuta nella Comunità di don Benzi, sarà proclamata Beata il prossimo anno.

Don Benzi e il Vaticano: l'iter per la beatificazione

Il processo

In questi anni sono stati 131 i testimoni ascoltati dal Tribunale Ecclesiastico Diocesano presieduto da don Giuseppe Tognacci, oltre a centinaia di pubblicazioni raccolte e migliaia di scritti. Il materiale sarà sigillato per essere poi inviato in Vaticano e presentato appunto alla Congregazione per le Cause dei Santi.

"Don Benzi è stato un profeta che ha condotto un popolo di laici sulla via della Santità. La prossima beatificazione di Sandra Sabattini ne è la dimostrazione: Sandra fa splendere don Oreste e viceversa", afferma Giovanni Paolo Ramonda, Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII, che ha manifestato grande soddisfazione per la notizia della chiusura della fase diocesana a novembre.

Il religioso

Nato nel 1925, salito al cielo il 2 Novembre 2017, don Oreste Benzi è stato fondatore della Comunità Papa Giovanni XXIII. Ha speso tutta la sua vita a favore degli ultimi. Giovane sacerdote nell'Italia martoriata del dopoguerra, si impegnò da subito a favore dei giovani, cui propone «un incontro simpatico con Cristo». Nel 1968 con un gruppo di giovani ed alcuni sacerdoti diede vita all’Associazione Papa Giovanni XXIII. Nel 1973 aprì la prima Casa Famiglia a Coriano, sulle colline riminesi. Il carisma di don Benzi - la condivisione della vita con gli ultimi - è oggi diffuso in 42 paesi nei 5 continenti.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento