Cronaca

Aiutava i trans peruviani a rapinare i clienti, arrestato dopo la fuga all'estero

Fermato per un controllo dalla Guardia di Finanza di Monza, dal database delle forze dell'ordine è spuntato il mandato di cattura

Aveva cambiato Paese, città e forse anche stile di vita ma un piccola “vacanza” in Italia lo ha tradito. Aveva tra le mani un regolarissimo biglietto aereo andata e ritorno da Londra un cittadino romeno di trent’anni, pluripregiudicato e latitante, quando la Guardia di Finanza di Monza lo ha fermato per un controllo a bordo di un’auto di grossa cilindrata. L’uomo forse si era dimenticato di avere un conto in sospeso con la giustizia italiana che, dal 2014, dopo l’ultimo colpo messo a segno a Rimini con la complicità di due trans peruviani, era ricercato per rapina aggravata in concorso.

Il romeno, infatti, aiutava i trans sudamericani a rapinare gli sprovveduti clienti che si appartavano con loro nella zona del Marano. Nel luglio del 2014, lo straniero insieme ai peruviani, aveva strappato dal polso di un 39enne un prezioso Rolex Daytona da 10mila euro. Dagli accertamenti effettuati dai finanzieri in collaborazione con la sala operativa di Milano, il giovane pluripregiudicato per rapina, furto, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale risultava, negli archivi di polizia, destinatario anche di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Rimini. E’ così che la vacanza del rapinatore latitante in villeggiatura è finita prima del tempo. L’uomo ora proseguirà il suo soggiorno in Italia in carcere.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aiutava i trans peruviani a rapinare i clienti, arrestato dopo la fuga all'estero
RiminiToday è in caricamento