Immigrazione, la fotografia della provincia: dopo 20 anni cala il numero di stranieri

Sono 36421 i cittadini stranieri residenti nella provincia di Rimini, pari al 10,9% della popolazione. L'1,4% è rappresentato da cittadini stranieri residenti nel territorio dalla nascita

Sono 36421 i cittadini stranieri residenti nella provincia di Rimini, pari al 10,9% della popolazione. L'1,4% è rappresentato da cittadini stranieri residenti nel territorio dalla nascita. È quanto emerge dal rapporto 2014 sui fenomeni migratori. Nell'anno in corso si è registrata la prima flessione dal 1993, quando erano appena 3mila. Nel 2013 gli stranieri nel territorio infatti erano 36790, pari all'11% sul totale.

INTEGRAZIONE - “Sono numeri che testimoniano – ha detto l’assessore Mario Galasso – un’integrazione di fatto sul territorio riminese, testimoniata anche dai nuclei famigliari  immigrati stabili e dai figli di immigrati nati nel nostro territorio che nascono, crescono, studiano e vivano da sempre nelle nostre realtà. Un dato che deve far riflettere anche rispetto al diritto di cittadinanza. Nonostante un lieve calo di flusso degli immigrati, figlio del periodo di crisi che da qualche anno attraversa anche la nostra provincia, il nostro rimane un territorio appetibile”.

NUOVI RESIDENTI - Nel corso del 2013 i nuovi residenti in provincia per immigrazione sono risultati 5.737 di cui il 57,3% cittadini italiani ed il restante 42,7% cittadini stranieri. I cittadini italiani sono arrivati per il 24,9% da altre province della regione, per il 70,3% da altre regioni italiane e per il 4,8% dall’estero. Quelli stranieri sono arrivati per il 10,9% da altre province emiliano-romagnole, per il 22,1% da altre regioni e per il 67% dall’estero.

DONNE - Tra le 5.737 persone che nel corso del 2013 hanno preso la residenza nel territorio provinciale predomina, anche se di poco, la componente femminile 54,4% (in particolare tra i cittadini stranieri 61,4%). Le classi di età più rappresentate sono quella tra i 18-40 anni con il 52,6% (58,4% tra gli stranieri e 48,2% tra gli italiani) e quella tra i 41-54 anni con il 25,8%. Analizzando gli ultimi dati si può constatare che la provincia di Rimini registra, subito dopo la provincia di Ferrara, la pressione migratoria più bassa tra le 9 province dell’Emilia-Romagna.

DIMORA - La metà degli stranieri risiede nel comune di Rimini e rappresenta il 12,4% della popolazione residente nel comune capoluogo. Il comune di Bellaria-Igea Marina è quello con la pressione migratoria più alta (13,1%), seguito da Morciano di Romagna (12,7%), Rimini (12,4%) e San Leo (12,1%) contro una media provinciale di 10,9%. L’analisi per area di provenienza dei 36.521 cittadini stranieri residenti in provincia evidenzia che il 21,2% (7.758 persone) proviene da un paese della Comunità Europea (68% dalla sola Romania); il 78,8% (28.763 persone) proviene da paesi Extra Comunitari (43,5% da Albania e Ucraina e 1,6% da San Marino); il 15,3% (5.587 persone) proviene dall’Africa (85,2% da Marocco, Senegal, Tunisia); il 6,1% (2.216 persone) proviene dall’America (61,5% dal Perù, Brasile, Equador); e il 9,3% (3.413 persone) proviene dall’Asia (61,6% dalla Cina).

FAMIGLIE - Le famiglie con al loro interno almeno un componente con cittadinanza straniera sono 17.235 (il 12% della famiglie residenti nella provincia di Rimini). In queste famiglie vivono 36.073 cittadini stranieri (98,8% degli stranieri complessivi) e 10.235 cittadini italiani, per un totale complessivo di 46.308 persone. Le famiglie con minori sono 4.457 (25,9% delle famiglie con almeno un componente straniero) per un totale di 7.104 minori che vivono in famiglia. Nel complesso le famiglie con almeno un componente straniero (famiglie “miste” o famiglie “straniere”) sono 17.235 (34,7% coppie coniugate sole o con/senza figli e/o altri e 15,6% famiglie monogenitoriali).

Le famiglie con tutti i componenti stranieri (famiglie “straniere”) sono 12.247 (26,9% coppie coniugate sole o con/senza figli e/o altri, 12,3% famiglie monogenitoriali) Le famiglie con almeno 1 componente italiano e 1 straniero (famiglie “miste”) sono 4.988 (54% coppie coniugate sole o con/senza figli e/o altri e 23,7% famiglie monogenitoriali). Gli stranieri minorenni nati in Italia o immigrati in provincia di Rimini ad un’età compresa tra 0-17 anni sono 7.127 e rappresentano il 19,5% della popolazione straniera residente nel riminese. Tra gli stranieri oggi maggiorenni (29.394) ci sono altre 501 persone nate in Italia e 1.783 persone nate all’estero che sono immigrate in Italia in età scolare o prescolare (0-17 anni). La popolazione straniera in età prescolare/scolare (0-23 ani) rappresenta il 26,6% della popolazione straniera residente e il 14,8% della popolazione totale con 0-23 anni.

PERMESSI DI SOGGIORNO - I permessi di soggiorno registrati alle 9 Questure dell’Emilia-Romagna (per asilo, protezione sussidiaria, motivi umanitari, Regolamento Dublino e richiesta asilo) passano da 3.914 (al 31/12/2011) a 4.476 alla fine del 2012, con un incremento di 562 unità (pari a circa il 14%). A Rimini si registra il 4,2% dei rifugiati registrati a fine 2012.

CURIOSITA' - I cognomi più diffusi sono “Ndiaye”, “Chen”, “Diop”, “Fall” e “Gueye”. Tra i nomi più gettonati “Mohamed”, “Oleksandr”, “Ion” e “Vasile” e “Cheikh”, “Elena”, “Maria”, “Tetyana”, “Svitlana” e “Nataliya”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento