Beach Arena a Miramare: Italia Nostra lancia un appello per tutelare la spiaggia libera

"E' stata concessa per 40 giorni, ben oltre i limiti previsti dalla normativa regionale che ne prevede tassativamente 30"

Sulle spiagge libere di Rimini punta l'attenzione Italia Nostra, preoccupazione per l’utilizzo che l’amministrazione comunale prevede di farne, dalla Beach Arena a Miramare agli eventi come la Molo Street Parade al porto. "Una preoccupazione che nasce dalla constatazione che questi spazi demaniali che le normative regionali ed anche comunali mettono a disposizione della collettività e quindi di tutti per la balneazione non siano pensate come risorsa per avvicinare le persone ad un ambiente naturale magnifico come la spiaggia, che può così essere vissuta per scelta senza la mediazione dei concessionari, ma come spazi, quasi fossero location privilegiate - di utilizzo economico da parte di privati. Non è così, e riteniamo questa scelta sia miope e sbagliata sotto ogni punto di vista. Già l’anno scorso si tentò l’assegnazione della spiaggia libera di piazzale Boscovich, fortunatamente rientrata per l’indignazione di tanti riminesi e non che amano quello spazio identitario della loro città. Quest’anno di nuovo, stavolta sfruttando la minor notorietà di una zona più periferica come quella della spiaggia libera di Miramare concessa per 40 giorni – ben oltre i limiti previsti dalla normativa regionale che ne prevede tassativamente 30 – nel cuore della stagione estiva – quasi che 40 giorni su 90 sia una breve entità temporale - con la prospettiva di allungare questa occupazione indebita della spiaggia per altri due anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ex Colonia teatro della Beach Arena

Ed ancora con la nuova trattativa sulla Molo Street Parade la spiaggia antistante il porto di Rimini, anche qui usata per un periodo limitato (si spera) ma sottratta alla comunità. Italia Nostra è fortemente contraria a questo utilizzo del bene comune e non ci tranquillizza che il bando preveda come “al termine di ogni manifestazione l’arenile dovrà essere pulito e ripristinato per la libera balneazione, ad eccezione della porzione occupata dagli allestimenti; dovranno essere inoltre rimosse eventuali transenne o altri allestimenti atti a limitare l’accesso all'area.” Su questo vigileremo e saremo inflessibili nel denunciare abusi e violazioni. Sarà inoltre nostro compito aprire un dialogo con tutte le istituzioni - regionali in primis - che porti ad un confronto costruttivo, ad un approfondimento sulla gestione e sulla regolamentazione inerente queste porzioni di territorio fragili ed indifese nel loro ecosistema ma così importanti per la qualità della nostra vita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento