Blitz antiabusivismo, setacciati appartamenti sovraffollati: raffica di multe

Oltre 80 le persone controllate soprattutto del Bangladesh; 8 gli appartamenti risultati sovraffollati i cui conduttori saranno contravvenzionati ai sensi della nuova ordinanza comunale

Blitz dei Carabinieri alle prime luci dell'alba di sabato contro l’abusivismo commerciale e i sovraffollamenti negli appartamenti. Nel Comune di Rimini è attiva un'ordinanza del sindaco Andrea Gnassi che riconosce l’obbligo da parte del primo cittadino di intervenire nelle situazioni di degrado causate da sovraffollamento negli immobili, con conseguente applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro. Quello di sabato è il primo maxi servizio coordinato dei Carabinieri del Comando Provinciale di Rimini dell’anno 2014 finalizzato alla lotta contro tali inottemperanze.

All’alba 25 uomini dell'Arma, supportati dal personale dellAusl di Rimini, hanno setacciato numerosi appartamenti nella zona di Borgo Marina (via Graziani, via Giovanni XXIII ed il grattacielo in viale Principe Amedeo) dove, nei giorni scorsi, erano state segnalate situazioni di sovraffollamento. I risultati sono stati molto positivi: oltre 80 le persone controllate soprattutto del Bangladesh; 8 gli appartamenti risultati sovraffollati i cui conduttori saranno contravvenzionati ai sensi della nuova ordinanza comunale poiché all’interno dei loro appartamenti sono state sorprese più di 30 persone in esubero; 2 le proposte di sgombero immediato di una soffitta ed una cantina abitate per diversa destinazione d’uso dei locali.

In via Graziani, inoltre, sono stati sottoposti a controllo anche alcune persone di origine italiana che si trovavano sul posto per conto della società proprietaria dell’immobile e che a dire degli affittuari svolgono mansioni di controllo e riscossione degli affitti. Sul loro conto sono già in corso accertamenti più approfonditi. Nel corso del medesimo servizio sono state effettuate anche verifiche ad esercizi commerciali etnici (macellerie islamiche e alimentari) al cui termine sono state comminate contravvenzioni per un totale di 3.500 euro per violazioni inerenti la data scadenza degli alimenti e la mancanza delle previste condizioni igienico-sanitarie sulla tenuta degli alimenti.

“L’operazione che abbiamo condotto denota ancora una volta quanto sia importante l’azione di prevenzione nel contrasto ai vari fenomeni delittuosi, ivi compreso l’abusivismo commerciale, che interessano la nostra provincia - afferma il colonnello Luigi Grasso, Comandante Provinciale dei Carabinieri -. Ringrazio i cittadini di borgo marina per le segnalazioni che ci hanno fatto pervenire e che, riscontrando informazioni già in nostro possesso, hanno reso possibile l’intervento di oggi. Continueremo convinti questa azione nell’ambito delle linee strategico-operative individuate ed attuate già da due anni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento