menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raccolta differenziata sbagliata: ecco le prime multe

Tra i materiali più frequentemente abbandonati fuori dai cassonetti, a ridosso delle isole ecologiche le apparecchiature elettriche, sacchetti dell'indifferenziato, materiale edile, sfalci vegetali e sacchetti di organico

Arrivano i primi verbali dopo i controlli predisposti dal Comune di Rimini sul corretto conferimento dei rifiuti. E’ del maggio scorso infatti l'ordinanza sul corretto conferimento dei rifiuti che impone agli utenti di non abbandonare i rifiuti al di fuori degli appositi contenitori nonché di conferire i rifiuti con le modalità previste utilizzando correttamente gli appositi cassonetti per la raccolta differenziata.

Un’ordinanza che si avvale per l'attività di controllo delle Guardie ecologiche in collaborazione con la Polizia Municipale e gli operatori di Hera e che consente la possibilità di effettuare i controlli dei sacchetti contenenti i rifiuti abbandonati esternamente ai cassonetti stradali, specie laddove, sulla base di verifiche dei tecnici di Hera sono segnalate sul territorio le situazioni più critiche e problematiche.

Nel periodo luglio – ottobre sono state 438 le isole ecologiche controllate dalle pattuglie delle Gev, utilizzando nell’insieme dell’attività 60 unità. Controlli che, attraverso la verifica del contenuto dei sacchetti abbandonati, hanno portato all’identificazione di 6 cittadini ai quali, attraverso la Polizia municipale, è stata notificata la violazione. A due utenti sorpresi in flagranza, invece, sono stati elevati due verbali di accertata violazione dell'ordinanza per un importo di 50 euro ciascuno.

Tra i materiali più frequentemente abbandonati fuori dai cassonetti, a ridosso delle isole ecologiche le apparecchiature elettriche, sacchetti dell'indifferenziato, materiale edile, sfalci vegetali e sacchetti di organico. Molti casi di errato conferimento.

"Attraverso la rete di controllo attivata attraverso ma non solo le Guardie ecologiche volontarie – ha detto l’assessore alle Politiche ambientali Sara Visintin - non solo stiamo sanzionando chi non adotta un comportamento adeguato nel conferimento rifiuti, ma soprattutto stiamo analizzando criticità ed azioni concrete da attivare nei territori per migliorare i livelli qualitativi e quantitativi della RD, controllando sia il conferimento sia l'efficienza del servizio".

"Con la collaborazione tra Gev, Pm, Amministrazione comunale e gestore del servizio HERA SPA, ogni giorno, nelle zone particolarmente critiche della città, rispondiamo a problemi e svolgiamo un'importante azione di presidio ambientale - chiosa l'assessore -. E' chiaro che ruolo dell'Amministrazione comunale è sì quello di controllare il servizio e fare scelte finalizzate all'aumento della raccolta differenziata, ma anche quello di educare al conferimento e indirettamente premiare tutti coloro che quotidianamente compiono uno sforzo in più me salvaguardare l'ambiente e la qualità urbana oltre che la salubrità dell'ambiente in cui viviamo."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ecco i 3 momenti della vita in cui si ingrassa di più

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento