Abusi edilizi in spiaggia, sigilli al bagno 55 di Rimini

Il Nucleo Operativo della Sezione Polizia Marittima della Guardia Costiera di Rimini, composto da 6 militari tra cui Ufficiali ed Agenti di Polizia Giudiziaria, ha eseguito il provvedimento di sequestro preventivo del bagno 55

Il Nucleo Operativo della Sezione Polizia Marittima della Guardia Costiera di Rimini, composto da 6 militari tra cui Ufficiali ed Agenti di Polizia Giudiziaria, ha eseguito il provvedimento di sequestro preventivo del bagno 55 a Rimini, al termine del sopralluogo effettuato dalla stessa Guardia Costiera. Il reato contestato, inoltrato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rimini, è innovazioni abusive sul demanio marittimo.

Il provvedimento di sequestro era stato emanato dal GIP del Tribunale di Rimini in data 08/06/2012 relativo ad un procedimento penale avviato  nel Settembre 2011.

Nello specifico, il concessionario dello stabilimento balneare interessato, ha eseguito nel tempo modifiche delle strutture balneari in uso destinando le cabine spogliatoio a deposito merci varie, officina, impianto fotovoltaico ed altro,  installando, nuove strutture balneari in violazione della normativa edilizia, ambientale, paesaggistica. Sono 19 in totale le strutture sottoposte a sequestro giudiziario tra cui diversi gazebi, un campo da beach volley, alcune aree pavimentate, alcune docce, palme ad alto fusto e cabine .  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento