Cronaca

Smog fuori controllo, stoppati i riscaldamenti a pellet

Da sabato 4 a martedì 7 febbraio sarà obbligatorio il divieto di utilizzo di sistemi di riscaldamento multi-combustibile e di biomasse in camini aperti

Di fronte a quelli che, oramai, vendogno definiti "preoccupanti" dati sulla concentrazione di polveri sottili in Emilia-Romagna, le domeniche ecologiche e i divieti di circolazione non sono più sufficienti. Così venerdì mattina in Regione la cabina di regia formata da tutti i Comuni capoluogo e da quelli con più di 30.000 abitanti vara nuovi provvedimenti emergenziali destinati ad agire oltre che sulla circolazione stradale anche sul riscaldamento. Subito concretizzati dal Comune di Rimini. Nello specifico da sabato 4 a martedì 7 febbraio sarà obbligatoria la riduzione della temperatura di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati, con l'esclusione di ospedali, case di cura, scuole e dei luoghi che ospitano attività sportive.

Nello stesso periodo divieto anche, nelle unità immobiliari dotate di sistemi di riscaldamento multi-combustibile, di utilizzo di biomasse in camini aperti. Rimane poi confermata per il 5 febbraio la domenica ecologica con gli stessi provvedimenti in vigore durante la settimana. Start Romagna in sinergia con gli assessorati all'Ambiente e alla Mobilità consentirà l'utilizzo di un biglietto di corsa semplice, in ambito urbano, esteso con validità a tutta la giornata.

(Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smog fuori controllo, stoppati i riscaldamenti a pellet

RiminiToday è in caricamento