Santarcangelo, consegnate 870 borracce in acciaio inox alle scuole

L’iniziativa, finanziata grazie al bando Atersir per l'assegnazione di contributi per la realizzazione di progetti comunali di prevenzione e riduzione della formazione di rifiuti, rientra nell’ambito di “Santarcangelo plastic free”

Venerdì mattina in municipio a Santarcangelo l’Amministratore unico di Amir Spa Alessandro Rapone ha consegnato 870 borracce in acciaio inox alla direttrice didattica della scuola media Franchini Giovanna Frisoni, alla presenza della vicesindaca e Assessora all’ambiente Pamela Fussi e all’Assessora alla scuola e ai servizi educativi Angela Garattoni. L’iniziativa, finanziata grazie al bando Atersir per l'assegnazione di contributi per la realizzazione di progetti comunali di prevenzione e riduzione della formazione di rifiuti, rientra nell’ambito di “Santarcangelo plastic free”, il progetto realizzato dall’ufficio Qualità urbana con l’obiettivo di ridurre il consumo di contenitori plastica monouso, favorire stili di vita ecosostenibili e contribuire alla riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento. Dopo l’installazione dei cinque erogatori di acqua inaugurati la settimana scorsa, la distribuzione delle borracce ai ragazzi delle scuole medie Franchini – che contano 308 studenti alla sede centrale e 527 alla succursale – conclude quindi il progetto “Santarcangelo plastic free” all’interno delle scuole medie della città.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento