menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sfigurata con l'acido, perquisito lo studio riminese dell'avvocato

Perquisizione nello studio riminese dell'avvocato pesarese arrestato giovedì scorso dai carabinieri per l'aggressione della collega Lucia Annibali, colpita in pieno viso da un acido che le ha provocato ustioni gravissime

Perquisizione nello studio riminese dell'avvocato pesarese arrestato giovedì scorso dai carabinieri per l'aggressione della collega Lucia Annibali, colpita in pieno viso da un acido che le ha provocato ustioni gravissime la sera del 16 aprile a Pesaro. Il sopralluogo degli inquirenti è iniziato intorno alle 13, a Rimini, dove l'avvocato aveva solo uno studio di appoggio per ricevere i clienti della zona. La perquisizione, che è durata circa due ore, coordinata personalmente dal procuratore capo di Pesaro, Manfredi Palumbo, non ha rivelato nulla di più su ipotetici moventi dell'aggressione.

Nello studio solo qualche documento di lavoro e poco altro, tanto che gli inquirenti non hanno proceduto ad alcun sequestro. Al momento a carico dell'indagato l'Ordine degli avvocati di Rimini, al quale il legale in carcere è iscritto, ha avviato la procedura disciplinare e quella di sospensione cautelare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento