Sigep, Carabinieri in campo contro il lavoro nero: denunciati tre imprenditori

Finalità dell'attività del personale dell'Arma il contrasto del lavoro nero e la verifica del rispetto della normativa antinfortunistica delle aziende specializzate per gli allestimenti degli stand espositivi.

Controlli dei Carabinieri della Compagnia di Rimini e del Nucleo Ispettorato del lavoro, affiancati dai funzionari della locale Direzione Territoriale del Lavoro, al Sigep, il salone internazionale della gelateria, pasticceria e panificazione che si è svolto nei giorni scorsi nel quartiere fieristico del capoluogo rivierasco. Finalità dell'attività del personale dell'Arma il contrasto del lavoro nero e la verifica del rispetto della normativa antinfortunistica delle aziende specializzate per gli allestimenti degli stand espositivi. Il servizio è stato disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Rimini, d’intesa con la direzione dell’ente Fiera. 

Evidenti i risultati ottenuti a seguito delle verifiche che hanno interessato complessivamente 8 aziende e 28 lavoratori: tre imprenditori di aziende con sede legale nel centro-nord, sono stati denunciati poiché, in qualità di legali rappresentanti, avevano omesso di fornire ai lavoratori dipendenti attrezzature conformi ai requisiti di sicurezza e dotare i ponteggi dei prescritti dispositivi di sicurezza. Sono stati inoltre individuati tre lavoratori "in nero" (due italiani ed un romeno); e sospese 2 aziende per mancanza dei requisiti di sicurezza dei lavoratori e per la presenza di lavoratori "in nero".

Sono inoltre state comminate due ammende per un valore complessivo di 3.800 euro circa per violazioni della normativa in materia di sicurezza dei lavoratori. E' stata elevata una sanzione amministrativa per un valore complessivo di 1.500 euro circa per irregolarità nell’impiego dei lavoratori dipendenti. Infine sono stati recuperati circa 4.000 euro di contributi non versati dalle aziende alle casse previdenziali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Le finalità del controllo sono da ricercare nella necessità di verificare il rispetto della Legge nonché di contrastare un fenomeno, quello del “lavoro in nero”, che espone a gravi rischi soprattutto i lavoratori. La congiuntura economica negativa, oltre che la pressione fiscale, hanno infatti portato più soggetti a intraprendere questa strada, sia da parte delle imprese che dei lavoratori. In particolare, quest’ultima categoria è quella più esposta, tenuto conto che spesso si trova a prestare la propria opera in assenza di qualsivoglia dispositivo di sicurezza", spiega l'Arma, che annuncia come "continueranno con assiduità le attività di controllo in materia al fine di garantire il rispetto delle norme vigenti nello specifico settore a tutela di tutti i lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento