rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Riccione

I sommelier consegnano le Quattro Viti alle cantine d'eccellenza, il vino protagonista sull'Adriatico

Spazio alla platea di appassionati con l’apertura dei banchi di assaggio dei vini premiati serviti e presentati dai sommelier Ais, abbinati ai prodotti Dop e Igp dell’Emilia Romagna

Romagna, Emilia, Marche, tutte insieme per un grande evento dedicato al vino: "Esperienze di Vitae". Tre territori capaci di andare oltre ai loro confini per trovare una Unione d’Eccellenza, come specifica il sottotitolo dell’iniziativa in programma sabato (5 marzo) a Riccione al Palazzo del Turismo. E che sia una giornata dedicata alle eccellenze lo testimoniano i vini e le cantine protagonisti della kermesse. In degustazione infatti ci sarà il meglio della produzione enologica dei tre territori certificato dalla presenza delle cantine che hanno ottenuto le Quattro Viti nella
guida nazionale Vitae 2022 di Ais (Associazione Italiana Sommelier). Pubblicazione tra le più autorevoli del settore, a valutare i vini alla cieca sono state le Commissioni regionali di degustazione composte dai sommelier di Ais Romagna, Ais Emilia, Ais Marche per i rispettivi territori.

Un lavoro certosino di degustazione con l’assaggio di centinaia di vini e la mappatura delle principali cantine che ha visto l’assegnazione delle Quattro Viti a 71 cantine, 41 delle quali tra Romagna ed Emilia, e 30 dalle Marche. E proprio questi vini tutti insieme saranno a disposizione di pubblico, appassionati e winelovers per un excursus a
360 gradi sui tre territori. Il tutto abbinato a prodotti tipici regionali. “Si tratta di una grande giornata dedicata al vino d’eccellenza – spiega Roberto Giorgini, Presidente di Ais Romagna, associazione che coordina l’evento a Riccione –. L’obiettivo è divulgare la conoscenza dei prodotti d’eccellenza dei tre territori per offrirli a una platea di
appassionati e operatori del settore. Un territorio per crescere deve sapersi confrontare con altri, e con questo spirito abbiamo promosso questa giornata che ha subito ottenuto l’adesione di Ais Emilia e Marche, che ringrazio della partecipazione. Romagna, Emilia e Marche sono caratterizzate da grandi produzioni vitivinicole: tutte insieme non posso che formare una ‘Unione d’Eccellenza’”.

Il programma

La giornata di sabato 5 marzo vivrà su due momenti. Il primo è in programma la mattina (ore 10,30) ed è riservato alle cantine top con la premiazione delle Quattro Viti d’eccellenza assegnate complessivamente a 71 cantine. Nel pomeriggio, dalle 14 (fino alle 19,30), spazio alla platea di appassionati con l’apertura dei banchi di assaggio dei vini premiati serviti e presentati dai sommelier Ais, abbinati ai prodotti Dop e Igp dell’Emilia Romagna grazie alla collaborazione con i rispettivi Consorzi: Piadina Romagnola Igp, Mortadella di Bologna Igp, Parmigiano Reggiano Dop, Salumi Piacentini Dop, Salumi Italiani alla Cacciatore Dop, Salame Felino Igp, Squacquerone di Romagna Dop fornito della Centrale del Latte di Cesena insieme ad altri formaggi. A servire i prodotti gli studenti delle scuole Savioli e Ial di Riccione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sommelier consegnano le Quattro Viti alle cantine d'eccellenza, il vino protagonista sull'Adriatico

RiminiToday è in caricamento