rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Spaccio nella lavanderia, a casa della titolare trovati 163mila euro

La perquisizione da parte del personale della Squadra mobile di Rimini ha permesso di scovare l'ingente quantità di contanti ritenuta provento della vendita di droga

Nuovi guai per la 56enne titolare di una lavanderia di Rimini, finita in manette all'inizio di febbraio per detenzione e spaccio di cocaina, la cui abitazione è stata perquisita dal personale della Squadra mobile della Questura che ha trovato e sequestrato 163mila euro in contanti ritenuti il provento della vendita di droga. La donna, insieme a un 45enne difesi dagli avvocati Giuliano Renzi e Stefano Caroli, era stata arrestata dagli inquirenti della squadra Giudiziaria della polizia Municipale che da tempo sospettavano come l'attività celasse un giro di stupefacenti. Nel corso della perquisizione, nascosti tra gli scaffali e i detersivi, erano stati trovati 60 grammi di cocaina oltre a tutto il kit dello spacciatore: bilancini di precisione, apparecchiature per il sottovuoto e sostanza da taglio. In quella occasione nel corso del controllo sono stati anche trovati 30mila euro in contanti ritenuti il provento dello spaccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio nella lavanderia, a casa della titolare trovati 163mila euro

RiminiToday è in caricamento