Un fine settimana dedicato ai piccoli con "lasciateci giocare: diventeremo adulti"

Domenica 8 doppio appuntamento al centro per le famiglie di Rimini con i volontari dell’associazione La Bottega Culturale

Coniugare il sapere e il saper fare. E’ quel che caratterizza (e muove come obiettivo) le azioni educative, formative e sociali dell’associazione La Bottega Culturale, nata recentemente dall’idea di alcuni professionisti del territorio riminese accomunati dal desiderio di promuovere progetti di promozione a sostegno alla cultura e all’arte in ogni sua forma, quale spazio di relazione e costruzione, confronto e ricerca. Uno di questi, in particolare, è ‘Lasciateci Giocare: Diventeremo Adulti’, che propone attività legate al tema del gioco, sviluppando differenti azioni per le varie fasce d’età, dai bambini fino agli adulti, inserito nel ricco calendario di iniziative del Mese delle Famiglie a Rimini. Dopo l’installazione ludico-creativa realizzata in Piazza Tre Martiri domenica 18 ottobre nell’ambito della Festa delle Famiglie, è infatti proprio il Centro per le Famiglie di Rimini (piazzetta dei Servi 1) ad ospitare le successive attività.

In particolare da giovedì 5 a domenica 8 novembre è allestita una stanza nella quale i bambini (da 4 a 8 anni) possono interagire con giochi visivi, motori e tattili. ‘Diventa protagonista di un gioco, tra percorsi e attività sensoriali’ é il motto dell’installazione ‘Modulo G + Percorsi Giocosi’. L’installazione dà la possibilità di creare un’area ex novo, cioè un contenitore per esporre, per scoprire oggetti e/o giochi sensoriali oppure formare una cornice che delimita lo spazio ma non lo invade. I materiali utilizzati rispecchiano la filosofia del ri-adattatamento, del ri-creare, cassette di plastica utilizzate nel settore agricolo diventano un elemento unico decorativo. Il concept di “Modulo G” è la ri-visitazione della funzionalità di un elemento, esercizio creativo che si riscontra nell’atto del giocare. Il valore è esplicitato nella parola ”GIOCA” che si configura nella serie degli elementi composti. L’installazione é visitabile negli orari di apertura del Centro per le Famiglie, dunque venerdì 6 novembre dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 18.30, sabato 7 dalle 10 alle 12.30 e domenica pomeriggio, mentre si svolgono gli altri eventi in programma.

La giornata di domenica 8 novembre vede infatti un doppio appuntamento, con un laboratorio creativo per i bimbi e un momento di informazione e formazione per gli adulti, entrambi a partire dalle ore 16.30. ‘Libri Gioco’ è la proposta indirizzata a bambini di età compresa tra i 4 e 8 anni, con ingresso gratuito: un laboratorio creativo per avvicinarsi al libro come a un oggetto trasformabile e interpretabile in base alle sensazioni, pensieri e percezioni del lettore. E così tagliare, strappare, forare, arrotolare, dividere, unire, ricoprire saranno le attività protagoniste del pomeriggio al Centro per le Famiglie. Dove in contemporanea, mentre i bambini si divertono nel laboratorio creativo, genitori e parenti, ma anche educatori e docenti, possono partecipare a un incontro formativo sull’importanza di giocare, dal titolo ‘Il gioco come allenamento al cambiamento’, a cura di Emanuela Romito (psicologa). Possiamo, in quanto adulti alle prese con continui “cambi di direzione” lavorativi, aiutare i nostri piccoli a diventare più resilienti? Il forte dinamismo dell’attuale mercato del lavoro ci chiede, e continuerà a farlo, di essere sempre più adattabili e “fluidi”, per citare un termine tanto utilizzato oggi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mentre un tempo, infatti, la carriera si sviluppava all’interno di un’unica azienda o comunque di poche realtà lavorative, oggi più che mai i confini tra professione, progetti lavorativi e ruoli familiari e sociali sono sempre più sfocati e le persone – gli adulti – si trovano a dover continuamente stabilire e ristabilire un equilibrio tra funzioni e transizioni diverse. Si può allora nel gioco infantile - in un momento tanto incerto - rintracciare una sorta di “competenza propedeutica” capace di “allenare” alla gestione del cambiamento in età adulta? Insieme con la psicologa Emanuela Romito ci sarà modo per riflettere e confrontarsi sui possibili collegamenti tra gioco di oggi e competenze di domani. Anche in questo caso è gratuito l’ingresso all’incontro formativo, organizzato dall’associazione La Bottega Culturale di Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento