Cronaca

Un progetto per educare ad uno stile di vita corretto e ad una sana alimentazione

Riparte anche per l'anno scolastico 2016/2017, con una serie di appuntamenti nelle scuole riminesi promosso dal Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita

Scarsa o nulla attività fisica, sedentarietà e alimentazione non equilibrata sono alcune tra le cause dell'obesità infantile, una 'malattia' che ha gravi ricadute sulla salute sia del ragazzo che dell'adulto in divenire. La prima regola per combattere questa tendenza è la prevenzione. Per questo riparte anche per l'anno scolastico 2016/2017, con una serie di appuntamenti nelle scuole riminesi, il progetto 'Scuola, salute e benessere', dedicato ai ragazzi di 12-13 anni e promosso da QUVI-Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita-Campus di Rimini dell'Università di Bologna, Comune di Rimini, Uni.Rimini Spa, l’Ufficio Scolastico Provinciale di Rimini, Coni Provincia di Rimini, Ausl Romagna –Rimini, Associazione Sostenitori Cardiologia Ospedaliera Riminese e Lilt -Lega Italiana Lotta contro i Tumori.

Il programma vede coinvolti gli studenti di cinque Istituti Comprensivi: Centro Storico, Marvelli, Alighieri, Fermi e Miramare e riguarderà circa 450 ragazzi delle seconde medie, per complessive 25 classi. "La scelta di questa fascia di età è particolarmente interessante - sottolineano i docenti del QUVI - perché è proprio a questa età che i ragazzi strutturano maggiormente le loro preferenze alimentari o stanno effettuando scelte definitive rispetto alla pratica-non pratica sportiva. A questa età, inoltre, hanno una maggiore capacità di negoziare con le figure aventi funzioni educative, in particolare genitori ed insegnanti e sono ancora aperti a nuove esperienze, anche nel campo alimentare e dell’attività fisico-sportiva".

Tre i momenti del progetto: in primis, lezioni frontali in classe, nelle quali saranno affrontati i temi dell'alimentazione. Quindi si procederà ad incontri come momenti di divertimento in gruppo, sia in palestra che in esterno, dove potranno 'mettersi in movimento'. Gli studenti saranno seguiti in questo programma dai professori del Dipartimento QUVi Andrea Ceciliani e Marco Malaguti. In un terzo ed ultimo incontro verranno presentate ai ragazzi tutte le opportunità che le federazioni sportive e le associazioni sportive mettono a disposizione della popolazione sul territorio, per seguire uno stile di vita in movimento. Infine, a maggio, si terrà la tradizionale 'Festa dello Sport', come momento conclusivo di tutto il percorso.

Questo progetto, giunto alla quarta annualità, ha anche una rilevanza scientifica perchè, tramite l’esame un questionario che verrà somministrato ai ragazzi, si potranno ottenere utili informazioni sullo stile di vita e le abitudini alimentari degli stessi in età pre-adolescenziale, il livello di gradimento verso l’attività fisica, la percezione di autoefficacia personale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un progetto per educare ad uno stile di vita corretto e ad una sana alimentazione

RiminiToday è in caricamento