menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenza sulle donne, l'impegno dell'Arma: in 2 mesi oltre 54 casi

Si tratta di lesioni, minacce, abusi, atti persecutori, violenze domestiche. Di questi numerosi casi oltre la metà sono ad opera di autori noti, spesso uomini legati alle vittime del reato da rapporti sentimentali ancora stabili o interrotti anche da molto tempo

Sarà la maggiore presa di coscienza del fenomeno, sarà la maggiore fiducia verso le Istituzioni ed Enti che si stanno adoperando fattivamente nel senso, sta di fatto che nei soli primi due mesi dell'anno i Carabinieri del Comando Provinciale di Rimini hanno già proceduto per oltre 54 casi di violenza sulle donne. Si tratta di lesioni, minacce, abusi, atti persecutori, violenze domestiche. Di questi numerosi casi oltre la metà sono ad opera di autori noti, spesso uomini legati alle vittime del reato da  rapporti sentimentali ancora stabili o interrotti anche da molto tempo.

Complessivamente, per i soli casi più gravi, sono state arrestate 9 persone, altre 10 deferite a piede libero, per altre 6 è stata avanzata richiesta di ammonimento ai sensi della normativa vigente. L'impegno dei militari è e rimarrà elevato sia da un punto di vista repressivo che, soprattutto, preventivo. In quest’ultimo senso vanno lette le numerose iniziative portate avanti dal Comando Provinciale dell'Arma che vede capillarmente sul territorio della Provincia incontrare le comunità  con cui confrontarsi sulle specifiche tematiche e con corsi di formazione di difesa personale. A quest'ultimo proposito sono ben oltre 200 le donne che hanno conseguito un brevetto attestante il corso svolto.

Per l’8 marzo prossimo  venturo il Comando Provinciale terrà, d'intesa con molteplici Comuni del territorio, svariate iniziative anche con il coinvolgimento delle scuole che hanno fornito il consueto pieno assenso. "La drammaticità del fenomeno richiede la massima attenzione ed un impegno corale che vada oltre il mero aspetto della polizia giudiziaria - afferma il colonnello Luigi Grasso -. L’Arma dei Carabinieri continuerà il percorso intrapreso con sempre più determinazione.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento