L'assessore nella bufera: "Altro che Blu, per lei bandiera rosso-vergogna"

Dalla mancata bandiera blu a quella "rossa di vergogna". La stilettata arriva dal Movimento 5 Stelle, che in una nota diramata agli organi di informazione critica aspramente l'intervento dell'assessore Visintin

Dalla mancata bandiera blu a quella "rossa di vergogna". La stilettata arriva dal Movimento 5 Stelle di Rimini, che in una nota diramata agli organi di informazione critica aspramente l'intervento dell'assessore Visintin in merito alla non richiesta di Bandiera Blu, che i 'grillini' definiscono come una vera e propria "arrampicata sugli specchi". Il comune rivierasco non avrebbe infatti richiesto la Bandiera Blu a causa di "imprecisati costi da sostenere per ottenerla".

"Il problema molto semplice è che per ottenerla occorre garantire la balneabilità del tratto di mare antistante e seppure con autocertificazione bisogna garantire due punti: 1) Le informazioni sulla qualità delle acque di balneazione devono essere affisse 2) Conformità con i valori, previsti dalla Direttiva sulle Acque di Balneazione,  relativamente ai coliformi totali, ai coliformi fecali e agli streptococchi" si legge nella nota del Movimento 5 Stelle.
 
"L'assessore inverte l'effetto con la causa, ci dice: siccome le acque sono controllate dall'Arpa e questa ci avverte (come in questi giorni) che buona parte della costa Riminese non è balneabile è inutile avere la certificazione della Bandiera Blu che tanto non serve o meglio - ma evita di dirlo - non ce la darebbero mai stante la  situazione.  Ora a parte gli obblighi della Bandiera Blu di cui possiamo fare a meno l'assessore Visintin dovrebbe sapere, ed è bene che lo sappia anche la cittadinanza, che dal 2015 non sarà più possibile la chiusura temporanea a seguito di parametri non nella norma, ma la chiusura dovrà essere definitiva fino alla rimozione completa del problema che ha comportato lo sforamento. Questo a Rimini significa fino a quando non verranno rifatte le fogne !!!"

"Il M5S con la Consigliera Franchini - continuano i 'grillini' - aveva chiesto una commissione partecipata che potesse fornire indicazioni di un percorso di regolarizzazione sulla base di quanto previsto dalle norme. Ma dopo la prima riunione boicottata con scuse risibili l'amministrazione ha deciso di non proseguire su questo percorso perchè a suo dire le questioni erano risolte dalla cartellonistica predisposta con una nuova delibera dimenticando che non è un problema di cartelli che indicano che c'è qualcosa che non va nel mare, ma di non buttare più nel mare quello che non va. E' lo stesso concetto della Bandiera Blu, loro non me la darebbero mai e ma io 'furbo' evito di chiederla".

"Solo che dal 2015 c'è il rischio che i cartelloni vengano sostituiti da bandelle rosse/bianche permanenti messe dalla Procura della Repubblica su tutto il litorale. Non meravigliamoci ne stracciamoci le vesti dalla disperazione quando sarà troppo tardi, adoperiamoci fin d'ora per mandare a casa questi ridicoli arrampicatori  di specchi che pensano di risolvere i problemi della balneazione con un cartello scialaquando risorse in un inutile TRC e in un'inopportuno in questo particolare momento economico, teatro".

Il Movimento 5 Stelle chiede infine le dimissioni dell'assessore: "Carissima assessore Visintin, ha pensato alla possibilità di dimettersi per il bene della città? Lei e la giunta a cui appartiene dovrebbe pensare seriamente all'opzione: i cittadini, visti i risultati finora conseguiti, non potranno che esservi grati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento