"Una politica economica a sostegno delle imprese locali e delle fasce più deboli"

"L’Amministrazione ha dedicato forte attenzione anche ai giovani, con la volontà di fornire loro strumenti utili all’accrescimento delle competenze e della possibilità di sviluppare all’estero esperienze di studio, formazione e lavoro"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

"L'approvazione del bilancio ha portato a focalizzare solo la problematica relativa alla tassa di soggiorno. Compito di ogni Amministrazione è quello di mettere in moto ogni iniziativa possibile a garanzia del tenore di vita dei propri cittadini, nel pieno rispetto dei principi di “equità sociale” e di “pari opportunità”. Questa linea di condotta ha costantemente guidato le decisioni intraprese dall’Amministrazione e la qualità di vita della quale Riccione beneficia rispetto ad altre realtà nazionali, si deve al mantenimento di Bilanci Comunali sani ed equi, alla diminuzione del debito cittadino ed alla costante condivisione di obiettivi con le Categorie economiche e sociali della Città.

Tuttavia, la crisi economica ogni giorno continua a colpire duramente imprese e famiglie. Gli incontri con il Cittadino che  tengo regolarmente ogni settimana il venerdi, mi coinvolgono con una frequenza crescente su casi di persone in gravi difficoltà economiche.
Il recente rapporto della Caritas relativo alla provincia di Rimini cita: “Aumentano i disoccupati e anche chi lavora fatica a coprire tutte le spese. Sono sempre di più le persone che si rivolgono alla Caritas per un aiuto. Non solo stranieri, come un tempo, ma anche tante famiglie italiane, e soprattutto anziani.”. Dietro alla condizione contrattuale sempre più flessibile, ai rapporti di lavoro discontinui che non danno garanzie nemmeno per organizzare e gestire il quotidiano o addirittura al fallimento delle imprese, si celano storie di persone ferite anche nella propria dignità.

Per far fronte a questo difficile momento storico e sostenere in modo concreto i Cittadini, con particolare attenzione alle fasce più deboli,  l’Amministrazione attraverso il Bilancio 2013 ha introdotto norme finalizzate a favorire lo sviluppo e il lavoro, attraverso la riqualificazione e la messa in opera di piani di sostegno a settori locali strategici. In primo luogo il Comune di Riccione ha abbassato del 50% l’addizionale l’IRPEF e i livelli di tassazione generale sono i minimi del territorio. Al fine di sostenere le aziende locali, sono stati introdotti sgravi fiscali ai proprietari di immobili destinati alla produzione (capannoni, botteghe artigiane, negozi), aliquote agevolate per le attività artigianali, le attività commerciali e per i proprietari che gestiscono direttamente le attività alberghiere. Inoltre, si innalzano i controlli per la lotta contro l’evasione fiscale.

Importanti riduzioni del IMU sulla prima casa sono state introdotte nei confronti di chi ha compiuto 65 anni, percepisce la sola pensione minima e appartiene ad un nucleo familiare composto solamente da persone ultrasessantacinquenni, anch’essi anche con sola pensiona minima e comunque con reddito ISEE complessivo non superiore a 11.000,00. Lo stesso vale per le persone portatrici di invalidità al 75% o handicap con reddito ISEE complessivo  non superiore a 11.000 euro. Le iniziative messe in campo in favore delle famiglie sono numerosissime. La ricettività e i parametri di qualità di nidi, scuole di infanza comunali, assistenza educativa ai disabili, servizi sociali, casa residenza anziani e centro diurno sono confermate.

Nella prospettiva di affiancare le famiglie nelle loro responsabilità di educare i figli è stato ideato un apposito sportello di consulenza.
E’ stato avviato lo spazio-incontro “Scaramaz Cafè” dedicato alle persone interessate da Alzheimer ed ai loro familiari, inoltre è attiva la banca del tempo che consiste in una solidarietà fra i genitori che mettono a disposizione le proprie competenze in uno scambio di ‘favori’. L’Amministrazione ha dedicato forte attenzione anche ai giovani, con la volontà di fornire loro strumenti utili all’accrescimento delle competenze e della possibilità di sviluppare all’estero esperienze di studio, formazione e lavoro. In questa direzione vanno i progetti Eurodesk e Web Radio.

Un ultimo sguardo è destinato alla consapevolezza che oltre alla necessità di creare nuove opportunità a sostegno della Cittadinanza, occorre proseguire costantemente l’opera di ottimizzazione delle risorse delle quali si dispone, quali: un maggiore risparmio energetico, una migliore gestione dei cicli dei rifiuti e dell’acqua, un incremento delle infrastrutture legate alla mobilità ciclo-pedonale e del trasporto pubblico locale in una logica di “area vasta”. Una comunità solidale e consapevole deve considerare queste come scelte fondamentali allo sviluppo motore dello sviluppo".

Torna su
RiminiToday è in caricamento