menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bucce di agrumi e patate: come riutilizzarle in cucina
 e in casa

Per eliminare la ruggine o accendere il fuoco, nel brodo o per fare i dolci le bucce possono essere riutilizzare sia in cucina sia per preparare detersivi e candele profumate

Arance, limoni, mele e patate, ma in generale frutta e verdura tendiamo a gettare gli scarti e la buccia nell’umido. Questo è un errore, oltre ad essere uno spreco. Infatti, non tutti sanno che le bucce possono essere reimpiegate in cucina, in diverse ricette e in generale possono essere impiegate per la casa. Vediamo cosa e come riciclare ai fornelli e non solo!

Riutilizzo bucce limoni e arance in cucina

  • Le bucce di mandarini, limoni e arance possono essere grattuggiate e reimpiegate per fare i dolci, se non subito basta congelarle e riutilizzarle quando si vuole preparare un dolce. 
  • Le bucce del limone sono utili per preparare il limoncello. Tagliare a listelli e immergere in 500 ml di alcol buongusto, lasciar a riposare in un barattolo di vetro a chiusura ermetica per una settimana. Filtrare il tutto e unire a uno sciroppo preparato riscaldando a fuoco lento e mescolando con un cucchiaio di legno 500 ml d’acqua e 300 gr di zucchero. Travasare il limoncello in bottiglie di vetro e conservare in cantina o in frigorifero.
  • Le scorze degli agrumi possono essere utilizzate per preparare un olio aromatizzato per condire le insalate. Lasciar riposare al buio per quindici giorni un barattolo di vetro ben chiuso contenente 500 ml d’olio extravergine d’oliva e quattro cucchiai di scorze tritate di arancia o limone. Agitare il barattolo una volta al giorno. Trascorso il tempo stabilito, filtrare l’olio con l’aiuto di un colino e travasare in bottiglie di vetro scuro.
  • Le scorze degli agrumi possono essere conservate dopo averle lasciate essiccare ed averle ridotte in polvere con l’aiuto di un tritatutto. Si ottiene una polvere di limone o di arancia, che si può utilizzare come condimento o per dolci e macedonie. Conservare in barattoli di vetro ben chiusi.
  • Tritando le bucce di limone dopo averle lasciate essiccare all’aria o nel forno, si possono mescolare con del sale grosso. Trasferire il tutto in barattoli di vetro e lasciar riposare per alcuni giorni. Ecco il sale aromatico al limone
  • Si ottiene il pepe aromatizzato al limone aggiungendo al barattolo di pepe nero, macinato o in grani, della polvere di limone.
  • Aggiungendo delle scorze di limone tritate sul fondo del barattolo dello zucchero di canna, si manterrà la giusta umidità evitando la formazione di grumi.
  • Scorze di limone o arancia essiccate possono essere impiegate per arricchire gli infusi.

Riutilizzo bucce limone e arance per la casa 

  • Le scorze degli agrumi sono utili per realizzare dei detersivi per i piatti. Sono necessari 400 grammi di scorze di agrumi, 300 ml di aceto bianco, 200 grammi di sale fino e 800 ml di acqua del rinetto. Dopodiché, tagliate le scorze a pezzi piccoli e mettetele in un frullatore aggiungendo 400 ml di acqua. Poi frullate il tutto. A questo punto, mettete il composto ottenuto in una pentola con la restante acqua e gli altri ingredienti, mescolate e fate bollire per circa 10 minuti. Infine spegnete e, se il composto non risulta abbastanza denso, frullate nuovamente. Dovete ottenere una crema profumatissima con la quale potrete lavare non solo i piatti, ma anche il lavello.
  • Potete realizzare delle candele profumate con la scorza dell’arancia. Basta che tagliate tutta la parte superiore dell’arancia ed estraete la polpa senza rompere la scorza. Dopodiché, riempite la parte interna con la cera per candele e inseritevi uno spinto da accendere: la candela è pronta.
  • Le bucce di limone sono utili per pulire il fondo della caffettiera. Sarà sufficiente versare al suo interno le bucce unite a acqua e sale grosso: lasciate riposare per qualche ora e poi risciacquate il tutto e vedrete che effetto brillante. 
  • Profumare la biancheria con le bucce d’arancia è semplice. Basta mettere delle bucce in un sacchetto di plastica per gli alimenti e poi mettere quest’ultimo nel bagno o nel cassetto della biancheria: rilascerà un odore piacevolissimo e molto rinfrescante.
  • Per profumare invece i cassetti e tenere le terme alla larga dai vestiti, basterà inserire le bucce di limoni o mandarini in tanti piccoli sacchettini di cotone.

Riutilizzo bucce di patate in cucina

  • Tagliando le bucce a listelle, cuocere nel forno o friggere come fossero patatine
  • Più sapore e un tocco croccante a zuppe o vellutate, cuociamo in forno le bucce di patate e sostituiamole ai crostini. 

Riutilizzo bucce di patate per la casa 

  • Pulizia del camino di casa. Prendete le bucce umide delle patate e disponetele su una teglia lontano da fonti di calore e lasciate che le bucce si secchino naturalmente, per circa 24 ore. Dopodichè mettete le bucce secche nel camino acceso, queste cominceranno a bruciare e disincrosteranno la fuliggine e il creosoto, sostanza simile al catrame che si forma sulle pareti della canna fumaria, aiutandovi a pulire più velocemente il camino.
  • La parte interna della buccia della patata può essere un ottimo per eliminare la ruggine dagli oggetti. Le patate, infatti, contengono acido ossalico, presente in molti prodotti antiruggine. Per una maggiore efficacia, insieme alla buccia, strofinate anche del bicarbonato di sodio o dell’aceto e il risultato è garantito.
  • Non solo ruggine, con la buccia della patata si eliminano anche le macchie scure dalle posate, basta passarla energicamente sulle stesse e poi asciugarle con il cotone;
  • Infine strofinando la buccia della patata sugli specchi di casa li renderete brillanti come non mai.

Riutilizzo bucce mele in cunina

  • Le bucce di mela possono essere lasciate essiccare e utilizzate per la preparazione di un infuso. Basterà immergerle in acqua bollente, lasciar riposare per cinque minuti e filtrare. 

Riutilizzo bucce mele per la casa

  • Le bucce delle mele sono ottime per lucidare le stoviglie: fate bollire le bucce e poi utilizzate il composto ottenuto per ripristinare la brillantezza delle posate.


Fonte: https://www.greenme.it/

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rimini è pronta a sbocciare con ventimila fiori, tra natura e bellezza

Sicurezza

Aceto per le pulizie di casa? Ecco come usarlo

Attualità

Ciclismo, il "Giro di Romagna per Dante Alighieri" fa tappa nel riminese

Salute

Stanchezza primaverile, sintomi e rimedi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Speciale

    In fila alla cassa o sdraiati sul divano?

  • Cronaca

    Un videogame ambientato a Rimini coi personaggi della città

  • Video

    VIDEO | Tromba d'aria in mare

Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento