Il Guastalla un osso troppo duro da battere per l'Amarcord Rugby Rimini San Marino

Sul campo amico di Rivabella di Rimini i padroni di casa nuovamente fermato dagli emiliani con un perentorio 6 a 47

Ancora una volta il Guastalla Rugby si è dimostrato un osso duro da battere per l'Amarcord Rugby Rimini San Marino che, domenica 18 marzo sul campo amico di Rivabella di Rimini, è stato nuovamente fermato dagli emiliani con un perentorio 6 a 47. Un match pessoché a senso unico, giocato in gran parte nella metà campo dei padroni di casa. Guastalla apre lo score con una meta all'ala, appena pochi minuti dal fischio d'inizio. Successivamente sempre gli emiliani metteranno a segno altre due marcature pesanti, frutto di drive in maul a seguito di altrettante rimesse laterali.
Solo nel secondo tempo gli italo-sammarinesi faranno capolino in maniera consistente nei 22 avversari, ma senza riuscire a finalizzare. Anche le due punizioni realizzate da Cagnolati per l'Unione, che su portano i 6 punti per i romagnoli, non riusciranno a galvanizzare la squadra che continuerà a subire gli attacchi del Guastalla per tutta la durata del match. Ora per i ragazzi di coach Borsani un po' di tempo per ritrovare la concentrazione prima del prossimo incontro previsto per l'8 aprile con il Giallo Dozza.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento