Sport

Rimini Rugby: le nuove generazioni protagoniste dello scorso week-end

Gli Under 16 e Under 14, sono scesi in campo per disputare i match valevoli per i rispettivi campionati

Mentre le categorie superiori si godevano il week end, i giovani del Rimini Rugby, delle categorie Under 16 e Under 14, sono scesi in campo per disputare i match valevoli per i rispettivi campionati. Un sabato e una domenica difficili per i giovani bianco/rossi, che sul campo di Ravenna sono stati fermati dai loro coetanei. Sabato 15 ottobre da dimenticare per l’Under 16:  i ragazzi dei coach Leo e Trivisonne, infatti,  si sono dovuti accontentare di un netto 38 a 0 nel confronto con il Ravenna Rfc. “I ragazzi del Rimini sono scesi in campo uniti e hanno dato tutto nonostante la panchina corta- commentano gli allenatori - Hanno avuto molto possesso di palla ma sono state poche possibilità per realizzare”. L’impossibilità di usufruire del turnover  per rifiatare e la poca concentrazione hanno determinato infine il risultato. Tanti i punti dolenti di cui i ragazzi sono consapevoli e su cui lavoreranno nel prossimo futuro per migliorarsi. Formazione: Pierpaolino, Piscaglia, Mazzotti, Bugli, Focaccia, Mussoni, Piccirillo, Sparaventi Marcozzi, Marcianò, Sparta, Leonelli, Zavaglia, Elminti, Nini a disposizione Abbatista.                             

Domenica 16 ottobre, sempre sul campo di Ravenna si è tenuto il match delle under 14 del Ravenna Rugby RFC e del Rimini Rugby, conclusosi con un 17 a 5 in favore dei padroni di casa. Una battuta d’arresto per i giovanissimi di coach Menghetti Rugby che, dopo quattro vittorie consecutive, incassa una sconfitta con un Ravenna ostico ed ostinato. L’inizio dei giochi fa ben sperare, con i riminesi che anche senza trasformazione si portano in vantaggio dopo pochi minuti. La partita prosegue con un sostanziale equilibrio. Il Ravenna attacca, il Rimini contiene e contrattacca. Entrambe le squadre si rendono pericolose in più occasioni. Il Rimini però, non riuscendo a bucare la difesa avversaria perde smalto e concentrazione. Il bel gioco lascia il posto alla sofferenza. Ripetuti, troppi, falli di fuori gioco, concedono spazio, respiro e superiorità ai ragazzi del Ravenna. La regia della mischia e dell’apertura dei bianco/rossi si fa sempre più confusa e i giovani pirati si fanno scivolare la partita fra le dita. Il Ravenna, che ben interpreta lo spirito rugbystico del sacrificio e del mai arrendersi, nell’ultimo quarto d’ora segna ben tre mete, con una trasformazione riuscita. Il risultato si conclude con un 17 a 5 per i padroni di casa. “Un peccato davvero – commenta Menghetti -  perché c’erano tutte le condizioni per portare a casa un buon risultato. Un’ occasione persa che deve essere spunto di analisi e riflessione”. Formazione: Bartolini, Conoscitore, De Luigi, Donati, Fabbri, Guidi, Mancini, Mangione, Marcozzi, Menghetti, Piccari, Ripari, Sarti, Tanase, Ugolini .

Domenica 23 ottobre inizio ufficiale della Coppa Italia femminile a 7. Le Pellerossa, la formazione del Rimini Rugby, saranno impegnate in quel di Formigine per il  primo concentramento di categoria con le squadre di Forlì, Piacenza, Ravenna, Pieve di Cento, Formigine e Imola. Sempre domenica 23 ottobre, andrà in scena il primo match casalingo per la formazione di serie C2 Amarcord Rugby Rimini-SanMarino. Sul campo di Rivabella di Rimini è atteso quindi il Reno Rugby Bologna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rimini Rugby: le nuove generazioni protagoniste dello scorso week-end

RiminiToday è in caricamento