ELEZIONI 2016, lo speciale di RiminiToday: candidati, liste, programmi e interviste

Nella colonna "Link e Download" è possibile scaricare il programma del candidato sindaco oppure visualizzare l'intervista che RiminiToday.it ha realizzato in esclusiva per i propri lettori

Domenica 5 giugno i rimini si recheranno alle urne per decidere il nuovo primo cittadino. Ecco la lista di tutti i candidati. Nella colonna "Link e Download" è possibile scaricare il programma del candidato sindaco oppure visualizzare l'intervista cheRiminiToday.it ha realizzato in esclusiva per i propri lettori. Sono 18 le liste in appoggio a otto candidati a sindaco.

I CANDIDATI A RIMINI - A sfidarsi per la carica di primo cittadino ci sono otto candidati. Si presenta il sindaco uscente Andrea Gnassi che si presenta con il Partito Democratico e altre cinque liste a sostegno: Futura con Gnassi, Italia dei Valori Centro Democratico con Gnassi Sindaco; Sinistra x Rimini; Rimini Attiva; Patto Civico e Città Metropolitana con Gnassi. All'interno di questa coalizione di sinistra la sorpresa è stata "Patto Civico",  sostenuta dall'onorevole Sergio Pizzolante (ex Ncd, Nuovo Centro Destra). A Rimini non si presenta il M5S, il cui gruppo locale non ha avuto - per i dissidi interni - l'autorizzazione ad utilizzare il simbolo. Per questo bacino elettorale si presenta l'ex grillino Luigi Camporesi, che è sostenuto da tre liste: Obiettivo Civico - Vincere per Rimini; Movimento Libero; Fare insieme per Rimini - Noi per la Romagna con Camporesi. Nel centro-destra il candidato è Marzio Pecci si candidasotto le insegne di Lega Nord, Forza Italia; Fratelli d'Italia; Uniti si vince per cambiare Rimini Pecci Sindaco (la sua lista civica). Gli altri candidati a spartirsi la scena sono l'ex assessore della Giunta Gnassi Sara Visintin che si presenta con "Rimini in Comune Diritti a Sinistra" nell'area dellelettorato di sinistra; la fondatrice dell'associazione “Vittime della Uno Bianca” Addolorata Di Campi "Ada" che si presenta con la formazione conservatrice "Il Popolo della famiglia", lista lanciata a livello nazionale da Mario Adinolfi; l'ex preside Mara Marani si candida con Rimini People, lista di sinistra giovanissima per fondazione, nata dopo le battaglie per garantire un tetto a chi non lo ha, partendo dagli spazi in disuso e abbandonati di Rimini. Tra le formazioni di estrema destra  Marina Mascioni è invece al timone della lista Fronte Nazionale per l'Italia e  Mirco Ottaviani con Forza Nuova.

FOTO NOME E COGNOME LISTE A SOSTEGNO LINK E DOWNLOAD
Andrea-Gnassi big-2 ANDREA GNASSI

Pd

Futura con Gnassi

Patto civico e citta' metropolitana

Italia dei Valori Centro Democratico

Sinistra per Rimini

Rimini attiva

L'intervista

Il programma 

Marina mascioni-2-2 MARINA MASCIONI

Fronte nazionale per l'Italia

L'intervista

Il programma

luigi camporesi-3 LUIGI CAMPORESI

Obiettivo civico per Rimini

Movimento Libero Rimini

Fare insieme per Rimini

L'intervista

Il programma

mara marani-2 MARA MARANI Rimini People

L'intervista

Il programma

sara visintin-2 SARA VISINTIN

Rimini in comune diritti a sinistra

L'intervista

Il programma

marzio pecci-4 MARZIO PECCI

Lega nord

Forza italia

Fratelli d'Italia

Uniti si vince per cambiare Rimini

L'intervista

Il programma

mirco ottaviani-2 MIRCO OTTAVIANI Forza Nuova

L'intervista

Il programma

ada di campi candidato sindaco rimini 2016 - popolo della famiglia-2 ADA CAMPI

Il popolo della famiglia

L'intervista

Il programma

GLI ALTRI COMUNI - Il 5 giugno si vota anche a Cattolica, Pennabilli e Novafeltria. A Cattolica sei candidati sindaco: Sergio Gambini del Pd per la coalizione di centrosinistra; Maria Silvia Riccio per la lista di sinistra Spazio Rosso; Massimiliano Gessaroli per il centrodestra; Mariano Gennari per il MoVimento 5 Stelle, Roberto Franca per Rifondazione Comunista; Giovanna Ubalducci, sostenuta dalle liste civiche Amare Cattolica e Insieme per Cattolica. A Novafeltria "Direzione Futura" candida Gabriele Berardi, "Percorso Comune" candida invece Stefano Zanchini il Movimento 5 Stelle Fabrizio Bologna.
A Pennabilli sono in due in corsa per la poltrona di primo cittadino: "Lista Civica nella storia, Il Futuro" candida Lorenzo Valenti e "Identità Montana" presenta il candidato Mauro Giannini.

COME SI VOTA - I seggi sono aperti domenica 5 giugno, dalle ore 7 alle 23. Si vota sempre su una sola scheda, nella quale saranno già riportati i nominativi dei candidati alla carica di Sindaco e, sotto ciascuno di essi, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano. Tre sono le possibilità di voto: si può tracciare un segno solo sul simbolo di una lista, assegnando in tal modo la propria preferenza alla lista contrassegnata e al candidato Sindaco da quest'ultima appoggiato; si può tracciare un segno sul simbolo di una lista, tracciando contestualmente un segno sul nome di un candidato Sindaco non collegato alla lista votata: così facendo si ottiene il cosiddetto ‘voto disgiunto’; si può tracciare un segno solo sul nome del Sindaco, votando così solo per il candidato Sindaco e non per la lista o le liste a quest'ultimo collegate.

LE PREFERENZE - Ogni elettore può altresì esprimere, nelle apposite righe stampate sotto il medesimo simbolo della lista, uno o due  voti di preferenza, scrivendo il cognome di non più di due candidati compresi nella lista da lui votata. Nel caso di espressione di due preferenze, esse devono riguardare candidati di sesso  diverso  della stessa lista, pena l'annullamento della seconda preferenza. È eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno).

BALLOTTAGGIO - Qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare il19 giugno per scegliere tra i due candidati che al primo turno hanno ottenuto il maggior numero di voti (ballottaggio). Al secondo turno viene eletto Sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti. Per stabilire la composizione del Consiglio si tiene conto dei risultati elettorali del primo turno e degli eventuali ulteriori collegamenti (apparentamenti) nel secondo. In pratica, se la lista o l'insieme delle liste collegate al candidato eletto Sindaco nel primo o nel secondo turno non hanno conseguito almeno il 60% dei seggi ma hanno ottenuto nel primo turno almeno il 40% dei voti, otterranno automaticamente il 60% dei seggi. I seggi restanti saranno divisi tra le altre liste proporzionalmente alle preferenze ottenute.

TESSERE ELETTORALI - Il Comune di Rimini ricorda che per la giornata di domenica 5 giugno dalle ore 7 alle 23 il duplicato della tessera elettorale può essere richiesto oltre che all’Ufficio Elettorale del Comune di Rimini di via Marzabotto n. 25 presso: Delegazione anagrafica Centro Storico, Corso d’Augusto n. 150; Delegazione anagrafica di Miramare, piazza Decio Raggi n. 1; Delegazione anagrafica di Viserba, via Mazzini n. 22; Nuova delegazione “Corpolò”, via Marecchiese n. 563 (piazzetta del Tituccio); Delegazione "Sala centro giovani S. Giustina”, via Montiano n. 14; Centro Civico “via Bidente”, via Bidente n. 1/P. Si ricorda inoltre che nella stessa giornata sarà aperto anche l'Ufficio anagrafe di via Marzabotto, 25 per il solo rilascio del documento di identità: domenica dalle ore 7 alle ore 23.

Potrebbe interessarti

  • I 7 migliori borghi medievali da visitare in Romagna

  • Come pulire la lavastoviglie con bicarbonato, aceto e limone

  • I farmaci generici sono davvero uguali a quelli di marca?

  • Smagliature addio! Come liberarti di questi inestetismi

I più letti della settimana

  • Identificato il cadavere carbonizzato nell'auto che ha preso fuoco in A14

  • Auto in fiamme in A14, il guidatore muore carbonizzato nell'abitacolo

  • Ritrovato cadavere a soli 26 anni, la Procura indaga sul decesso

  • Tragedia sulla strada, scooterista perde la vita in un drammatico incidente

  • "Ho visto l'abitacolo esplodere", i testimoni raccontano il dramma dell'A14

  • Il Cocoricò non riaprirà: fallita la società che gestiva la discoteca

Torna su
RiminiToday è in caricamento