rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Il Covid si sta ritirando, i casi attivi restano 2.753. Altini: "Siamo sollevati, ma vaccinatevi"

Le classi riminesi in quarantena sono solamente 23, nessun focolaio nelle Rsa. La campagna vaccinale al 78% resta il dato più basso della Romagna

Un mese fa, nella settimana dal 17 al 23 gennaio sul territorio Romagnolo si registravano 37.181 nuovi positivi in sette giorni, oggi (14-20 febbraio) i casi scendono a 6.350 in una settimana. Il Coronavirus si sta ritirando. E lo stesso direttore sanitario dell’Ausl Romagna Mattia Altini conferma come è trascorsa ancora “Un’altra settimana favorevole”. Sul fronte dei casi attualmente attivi la Provincia di Rimini non è più la maglia nera della Romagna, superata Forlì che fa registrare 3.903 casi attivi e Ravenna con 3.016. A seguire a Rimini i casi attivi risultano 2.753, infine c’è Cesena con 2.1334.

Complessivamente nella settimana di riferimento, si sono registrate 6.350 positività (23.3%) su un totale di 27.197 tamponi (molecolari e antigenici). Dopo quattro settimane di aumento si registra per la quarta settimana consecutiva una diminuzione dei nuovi casi sia in termini assoluti (-3.227) che percentuali. Anche per quanto riguarda l’occupazione dei posti letto di pazienti affetti da Covid, si registra un lieve calo rispetto alla settimana precedente. In totale sono ricoverati 248 pazienti, di cui 16 in terapia intensiva.

Per quanto riguarda la situazione di Rimini ormai da tempo non si registrano nuovi focolai nelle Rsa, mentre le classi in quarantena dopo l’entrata in vigore delle nuove norme vede in tutto il riminese solamente 23 classi. Così suddivise: 0-3 anni 1 classe, 3-6 anni 3 classi, scuole Primarie 2 classi, scuole Secondarie di primo grado 8 classi e scuole Secondarie di secondo grado 9 classi.

Bollettino settimanale Covid, tutti i dati dal 14 al 20 febbraio

Sul fronte della campagna vaccinale il dato di Rimini resta il più basso della Romagna. Al 78% delle persone è stata somministrata almeno una dose di vaccino, mentre Forlì e Ravenna sono all’84%, Cesena all’83%. Per quanto riguarda le fasce d’età: 5-11 anni 17%, 12-19 anni 75%, 20-29 anni 79%, 30-39 anni 74%, 40-49 anni 76%, 50-59 anni 83%, 60-69 anni 87%, 70-79 anni 91%, più di 80 anni 97%.

Gli operatori dell’Ausl Romagna attualmente sospesi dal lavoro son o in totale 142, di cui 53 a Rimini (pari all’1% del personale con obbligo).

“Un’altra settimana favorevole - commenta Mattia Altini, direttore sanitario Ausl Romagna – dal punto di vista del numero dei contagi, che sul versante dell’occupazione dei posti letti. I dati della settimana presa a riferimento confermano infatti in ulteriore diminuzione generale dei valori su tutto il territorio romagnolo. E’ evidente che la situazione è in via di miglioramento e ne siamo certamente sollevati, ma dobbiamo mantenere precauzione e attenzione. Serve gradualità, anche in attesa di vedere come evolverà il quadro epidemiologico nelle prossime settimane. E’ importante ricordare ancora una volte che se le cose vanno molto meglio che in passato è grazie alla diffusione della vaccinazione. Siamo consapevoli dell’incessante senso di ripetitività del nostro messaggio ma è fondamentale per il bene di tutti continuare ad insistere sulla campagna vaccinale e sulla necessità di aumentare le coperture, soprattutto nei bambini in età scolare che anche questo sabato potranno aderire all’open day vaccinale a loro dedicato. E’ una grande opportunità che mettiamo a disposizione delle famiglie. Confidiamo siano in tante a coglierla”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Covid si sta ritirando, i casi attivi restano 2.753. Altini: "Siamo sollevati, ma vaccinatevi"

RiminiToday è in caricamento