Cronaca

Lavoro, dalla Regione un fondo da 34 milioni per l'inserimento dei disabili

La vicepresidente Elly Schlein: "Contrastare le disuguaglianze per favorire uno sviluppo equo e sostenibile dei nostri territori è un nostro obiettivo strategico"

Un fondo da 34 milioni di euro per sostenere inserimento lavorativo e qualificazione professionale delle persone disabili. La Giunta della Regione Emilia-Romagna ha approvato il Programma 2021, definendo linee di intervento e priorità anche alla luce degli effetti della pandemia, in attuazione del Protocollo d'intesa con le associazioni delle persone disabili Fish e Fand. Sono previsti incentivi alle imprese per l'assunzione di lavoratori disabili e interventi sui luoghi di lavoro. In campo anche misure di orientamento, formazione e politiche attive per inserimento, reinserimento e permanenza nel mercato del lavoro delle persone disabili. La Regione prevede poi azioni e servizi personalizzati per la formazione e a sostegno del passaggio dai sistemi educativi al mondo del lavoro, nonché misure a sostegno del diritto allo studio universitario per i giovani con disabilità. Nel piano si parla di contributi alle associazioni e alle famiglie delle persone con disabilità per accompagnare i giovani nelle transizioni tra la scuola e il lavoro. Contributi anche per le spese di investimento degli enti di formazione per favorire l'inclusione nei percorsi formativi.

"Contrastare le disuguaglianze per favorire uno sviluppo equo e sostenibile dei nostri territori è un nostro obiettivo strategico, che abbiamo chiaramente indicato nel Patto per il Lavoro e per il Clima- affermano l'assessore regionale allo Sviluppo economico, Vincenzo Colla, e la vicepresidente Elly Schlein- vogliamo affiancare le persone con disabilità e fragilità in percorsi formativi e di transizione che consentano di sviluppare le proprie attitudini e abilità e siamo impegnati a rimuovere ogni ostacolo che impedisca l'accesso, la permanenza e la qualificazione dell'occupazione a queste fasce della popolazione. L'inclusione, l'integrazione e il sostegno delle persone con disabilità dà la misura di una comunità forte, solidale e inclusiva e in quanto tale è un fatto irrinunciabile di democrazia". (Fonte Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, dalla Regione un fondo da 34 milioni per l'inserimento dei disabili

RiminiToday è in caricamento