Morte in spiaggia per malore, ma la stagione del salvataggio è conclusa: "La politica dia risposte"

La polemica prende spunto dalla morte di un turista avvenuta sul litorale a seguito di un malore

Il caldo e le belle giornate di sole richiamano sul litorale ancora tante persone. Ma la stagione del salvataggio si è già conclusa. "Quanto bisogna attendere, o cosa, perché la politica batta un colpo su questo tema? - si chiede Mirco Botteghi, segretario generale di Filcmans Cgil Rimini -. Il Servizio Pubblico Essenziale di Salvataggio è di interesse pubblico, non privato". La polemica prende spunto dalla morte di un turista avvenuta sul litorale a seguito di un malore (alla Capitaneria di Porto non risulta per sindrome di sommersione ma per un malore fulminante mentre camminava sulla battigia).

La questione resta l'assenza del personale addetto al salvataggio: "Da Rimini a Cattolica non si sta facendo tutto il possibile per tentare di salvare chi è in difficoltà o ha un malore mentre fa il bagno". Non è così ovunque. "Da Bellaria-Igea Marina fino ad arrivare a Cervia, con modalità diverse, il Servizio Pubblico di Salvataggio viene garantito oltre il 9 settembre - viene rimarcato -. Pare che, su determinate questioni strategiche per il turismo, le politiche siano lasciate a poche particolari categorie che impongono il loro "modello" aziendale da Viserba (o meglio Viserbella) a Cattolica. Mentre tutti sono affaccendati a creare eventi, portare turisti, popolare la nostra riviera finché c'è bel tempo, altri non vedono l'ora di chiudere gli ombrelloni. Fin dalla primavera scorsa la Cgil ha chiesto che prima del termine della stagione estiva si attivassero i tavoli istituzionali previsti dall'ordinanza regionale, ma nulla si è mosso e così, come sempre, alcune importanti politiche di governo delle spiagge restano affidate a chi detiene interessi "molto particolari"".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento