Quaranta coltellate per uccidere Ivana sotto gli occhi dei due gemellini

Dopo aver infierito sul corpo oramai senza vita della moglie, Raffaele Ottaviani ha rivolto contro di sè la lama. I bambini sono stati affidati agli assistenti sociali

Una vera e propria furia, per cercare di ricucire quel rapporto oramai deteriorato irrimediabilmente, che si è trasformata in omicidio davanti agli occhi di due bambini di appena 3 anni. Nella tragedia familiare di Misano, dove ha perso la vita la 27enne Ivana Intilla, uccisa a coltellate dal marito Raffaele Ottaviani, sono stati ricostruiti gli ultimi momenti della coppia. Nella furiosa litigata di sabato, Raffaele ha probabilmente perso la testa dopo che, per l'ennesima volta, la moglie gli ha dichiarato la sua intenzione di lasciarlo. Il loro rapporto, infatti, scricchiolava da quasi un anno per la folle gelosia dell'uomo. Una discussione molto accesa, come oramai i vicini della palazzina di via Cabral erano abituati a sentire, poco dopo le 16 seguita da un tonfo sordo e poi il silenzio più assoluto. Nel frattempo è arrivata la madre di Ivana che cercava la figlia ma, nonostante le ripetute scampanellate, nessuno ha aperto il portone fino a quando, dall'interno, uno dei gemellini è riuscito ad aprire la maniglia facendo così entrare la nonna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo le prime ricognizioni sui corpi delle due vittima, Ivana sarebbe stata raggiunta da una quarantina di coltellate, alcune molto profonde, prima che il marito decidesse di rivolgere la lama contro di sè. Raffaele, invece, si è autoinflitto almeno sette colpi, l'ultimo dei quali allo sterno che ha reciso un'arteria, e sarebbe stato trovato ancora vivo dai primi soccorritori del 118 che, tuttavia, non hanno potuto fare niente per salvarlo. I due figli della coppia, sono stati affiati per il momento agli assistenti sociali che li hanno trasferiti in una struttura protetta in attesa che il giudice li affidi ai parenti mentre i corpi di Ivana e Raffaele sono sotto sequestro nell'obitorio di Riccione in attesa che il giudice decida se effettuare o meno l'autopsia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento