menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, nasce la figura del direttore assistenziale: "Valorizzerà infermieri, oss e tecnici sanitari"

I sindacati: "Questa figura che verrà introdotta nelle Ausl e nelle aziende ospedaliere migliorerà la qualità dei servizi"

Con il Direttore assistenziale migliorerà la qualità dei servizi”. Ad assicurarlo Fp-Cgil, Cisl Fp, e Uil Fpl dell'Emilia Romagna che spiegano la novità: "Nelle Ausl e nelle Aziende Ospedaliere la nuova figura sarà all’interno della direzione strategica aziendale valorizzando professionisti quali infermieri, ostetriche, operatori socio sanitari, tecnici sanitari ottimizzando percorsi diagnostici, terapeutici e  assistenziali con l’obiettivo di fondo che è sempre il miglioramento della qualità dei servizi". Con la modifica della Legge Regionale numero 29 la Regione Emilia-Romagna intende introdurre la nuova figura del direttore assistenziale, che all’interno di ogni Ausl e Azienda Ospedaliera si occuperà della  valorizzazione e dello sviluppo delle professioni sanitarie collaborando con il direttore Sanitario, nella ricerca degli assetti organizzativi più adeguati a dare risposta ai bisogni della popolazione. 

"Per la prima volta nella storia - spiegano i sindacati - infermieri, ostetriche, professioni tecniche e della prevenzione potranno  contare, all’interno delle direzioni strategiche, su uno specifico ruolo dirigenziale per valorizzare la  grande flessibilità e capacità di dare risposte alle collettività locali, come si è dimostrato anche nell’emergenza pandemica in corso da ormai un anno - proseguono i sindacati -. La bozza di delibera precisa che questi obiettivi sono da raggiungere in una logica di forte integrazione  professionale, con la creazione di sinergie e relazioni tese alla garanzia ed ottimizzazione dei percorsi  diagnostici, terapeutici ed assistenziali per la parte di specifica competenza professionale. Poiché obiettivo di fondo è sempre il miglioramento della qualità dei servizi, come Organizzazioni  Sindacali Confederali vediamo nella proposta di rimodulazione della Legge Regionale un elemento di  innovazione capace di dare risposte concrete ai bisogni quotidiani dei cittadini, anche attraverso una  maggiore integrazione tra attività ospedaliere e servizi territoriali di prossimità". 


 

Potrebbe interessarti: https://www.forlitoday.it/cronaca/sanita-valorizzera-infermieri-oss-e-tecnici-sanitari-nasce-la-figura-del-direttore-assistenziale.html
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rimini è pronta a sbocciare con ventimila fiori, tra natura e bellezza

Sicurezza

Aceto per le pulizie di casa? Ecco come usarlo

Attualità

Ciclismo, il "Giro di Romagna per Dante Alighieri" fa tappa nel riminese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento