Prevenzione ai terremoti: alla scuola Casti si simula una situazione d'emergenza

Gli alunni terminato l'allarme, prima di rientrare in classe, visiteranno le varie postazioni dove i volontari spiegheranno il proprio ruolo e l'utilizzo dei mezzi presenti

Martedì mattina, a partire dalle 8,30, avrà luogo l’esercitazione-simulazione di un’emergenza in caso di terremoto che coinvolgerà i 400 alunni della scuola elementare G.B. Casti di Rimini coi propri insegnanti. Un evento che si svolge a conclusione del progetto di educazione alla sicurezza realizzato nel corso dell’anno scolastico dalla scuola Casti, realizzato con la collaborazione dell'Ufficio Protezione Civile del Comune di Rimini, del Gruppo Volontari Comunale di Protezione Civile, del Comitato Provinciale Croce Rossa Italiana e l'Associazione “Io Non Tremo”. Oltre questi gruppi di volontari parteciperanno all’esercitazione anche i volontari del coordinamento di protezione civile abilitati all'antincendio boschivo della Provincia di Rimini.

L'esercitazione prenderà l'avvio alle ore 8,30 all'insaputa dei ragazzi, ad esclusione dei quattro che la Croce Rossa avrà truccato in precedenza “da feriti” per rendere verosimile la scena. L'insegnante responsabile della sicurezza avrà il compito iniziale di allertare gli alunni e gli altri operatori scolastici attraverso il suono della campanella e inoltre attiverà i soccorsi. Immediatamente tutti gli insegnanti e gli altri operatori scolastici, dovranno iniziare tutte le manovre per mettere in sicurezza i ragazzi; rifugio sotto i banchi con successiva uscita attraverso le vie di fuga conducendoli nella zona di raccolta esterna avendo particolare attenzione all'appello, agli eventuali dispersi e alla loro localizzazione.

I tecnici valuteranno la stabilità dell'edificio scolastico. I volontari della Protezione Civile Comunale daranno supporto per la gestione dei punti di raccolta. I volontari della Croce Rossa interverranno con le unità cinofile per cercare gli eventuali dispersi mentre gli operatori sanitari si prenderanno cura dei feriti. Negli spazi esterni della scuola saranno allestite sei postazioni: la tenda ministeriale, la tenda pneumatica e la postazione delle Unità cinofile della CRI, la motopompa del gruppo comunale di protezione civile e il mezzo antincendio del coordinamento. Gli alunni terminato l'allarme, prima di rientrare in classe, visiteranno le varie postazioni dove i volontari spiegheranno il proprio ruolo e l'utilizzo dei mezzi presenti. Alla fine della mattinata verrà fatta una verifica con gli alunni sullo svolgimento della esercitazione e alla conclusione verranno consegnati ad ogni partecipante dei gadget con il logo della protezione civile del Comune di Rimini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento