Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Elezioni, la candidatura di Ceccarelli divide la Lega, ma Morrone tira dritto: "Ci crediamo"

Il segretario romagnolo della Lega, e parlamentare, Jacopo Morrone, certifica la proposta dell'ex sindaco di Bellaria-Igea Marina come candidato sindaco del centrodestra a Rimini

Il segretario romagnolo della Lega Jacopo Morrone

Enzo Ceccarelli è una "figura che unisce, l'abbiamo messo in campo e ci crediamo". Così il segretario romagnolo della Lega, e parlamentare, Jacopo Morrone, certifica la proposta dell'ex sindaco di Bellaria-Igea Marina come candidato sindaco del centrodestra a Rimini. In disaccordo, evidentemente, con il capogruppo del Carroccio in Consiglio comunale Marzio Pecci che martedì è intervenuto proprio per dire che di questa proposta non ne vuole sentire parlare. Al pari di Antonio Barboni di Forza Italia.

Ceccarelli, spiega Morrone, è "un civico, amministratore per anni, una figura di tutto rilievo e nei prossimi giorni valuteremo con gli alleati". Certo, ha creato "molto scompiglio, un conto è un civico, un conto un amministratore di tutto rispetto con anni di conoscenza della macchina comunale". Insomma "un nome di mediazione" rispetto a quelli di Lucio Paesani e Gianni Indino, che "tiene uniti". Per il capogruppo Pecci però a candidatura di Ceccarelli è "ampiamente disapprovata soprattutto perché estranea al territorio riminese".

A bocciarla in primis e in maniera "tempestiva" sono stati Forza Italia e Fratelli d'Italia, il che, rimarca Pecci, "obbliga l'accantonamento delle candidature civiche e al sostegno alla candidatura politica della Lega, già sul tavolo nazionale della coalizione, da parte dell'intero partito e dalla coalizione medesima, soprattutto, nel momento in cui appare concreta la possibilità di conquistare il Municipio di Rimini". Si tratta di Alberto Ravaglioli che settimane fa ha annunciato la sua autocandidatura.

"Mi sembra una barzelletta, sarà il troppo caldo di questi giorni", la prende con ironia il parlamentare di Forza Italia Antonio Barboni. "Come partito la Lega va da una parte- aggiunge- come gruppo consigliare da un'altra", così di rischia di rovinare il lavoro fin qui fatto. Domani sera si dovrebbe tenere a Roma una riunione del centrodestra sugli Enti locali e in quell'occasione si discuterà della candidatura di Rimini, tra scelta civica, tra Paesani, che proprio Barboni ha presentato a Maurizio Gasparri e ha già una lista, e Gianni Indino (presidente provinciale Confconnercio nrd), per il quale si dovrebbe partire dall'inizio ma che è una "figura di un certo livello", o politica se non si trovasse l'accordo, tra esponente della Lega e Nicola Marcello di Fratelli d'Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, la candidatura di Ceccarelli divide la Lega, ma Morrone tira dritto: "Ci crediamo"

RiminiToday è in caricamento