Folla di curiosi per assistere al recupero del relitto del DiPiù

Sono iniziate sabato mattina le operazioni per rimuovere il Bavaria naufragato sugli scogli del porto di Rimini

Sono iniziate nella mattinata di sabato per concludersi dopo alcune ore le operazioni per il recupero del relitto del DiPiù, il Bavaria da 15 metri che il 18 aprile è andato a schiantarsi contro gli scogli del porto di Rimini e nel quale hanno perso la vita 4 persone dell'equipaggio. Tanti i curiosi che, fin dalle 8, si sono assiepati sulla palata per andare a vedere lo scafo semidistrutto incastrato sulla scogliera e, in una sorta di macabro turismo, non è mancato chi ha estratto il cellulare per scattare qualche foto. L'area del Rock Island, tuttavia, è interdetta ed è presidiata dal personale della Capitaneria di Porto e della squadra Nautica della polizia di Stato. Inizialmente le operazioni della draga, arrivata per rimuovere il relitto, si sono incentrate nel recupero del sartiame, delle vele e dei detriti rimasti in mare. Nel cuore del pomeriggio lo scafo è stato issato dalla gru e riportato all'interno del porto. Prima del suo recupero, tuttavia, sono stati necessari ulteriori rilievi per determinare la dinamica del naufragio. Sul posto erano presenti anche i periti dell'assicurazione del DiPiù.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento